Rassegna Stampa | Titoli principali quotidiani dell’ 11 ottobre 2019

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:17

Le principali notizie riportate sulle prime pagine dei cinque quotidiani più venduti in Italia.

 

Corriere della Sera

-“La minaccia di Erdogan”

Stoltenberg (Nato) alla Turchia: in Siria contenetevi, no a vittime civili. Di Maio convoca l’ambasciatore

Il ricatto: basta critiche o vi mando milioni di rifugiati. L’Italia: inaccettabile

L’operazione militare condotta da Erdogan in Kurdistan, oltre a mietere già delle vittime, ha causato l’intervento immediato della Nato sulla questione e il gelo politico da parte dell’Europa. In primo piano ci sono Francia e Italia, che hanno denunciato la minaccia di una emergenza umanitaria. Jens Stoltenberg, Segretario della Nato dal 2014, ha lanciato un appello al Presidente della Turchia: non andarci pesante contro i curdi e non uccidere vittime civili. Erdogan, al canto suo, ha già avvertito che reagirà di fronte alle ingerenze dell’Europa, minacciando l’invio di milioni di profughi verso le frontiere. Esultano i militanti dell’Isis detenuti in Siria del Nord. I bombardamenti sul territorio e l’aiuto di jihadisti guidati da Ankara possono favorire la loro fuga.

-La Ue boccia Goulard

«Schiaffo» a Macron

Il caso. Salta la candidatura a commissario. L’Eliseo: vendetta politica

Sylvie Goulard non sarà commissario presso il Parlamento europeo. L’ex ministro francese è stato respinto con 82 voti contrari alla sua candidatura, 29 voti favorevoli e un astenuto. Sulla decisione ha pesato l’indagine che la vede coinvolta in Francia e all’Olaf (Ufficio Antifrode Europeo) per un presunto conflitto d’interesse maturato nel corso della sua carriera da eurodeputata. In 27 mesi la Goulard avrebbe incassato fino a un massimo di 350mila euro dalla sua attività come consulente per il Berggruen Institute, in concomitanza con gli 8700 euro mensili guadagnati come eurodeputata (fonte: Il Giornale). Macron, che ha caldeggiato la sua candidatura, ha gridato al complotto politico.

 

Il Sole 24 Ore

-“Lotta all’evasione, nel decreto mancano 3,5 miliardi (su 7)”

Verso la manovra

 

-“Web tax in manovra, dal 1° gennaio imposta senza rate e decreti attuativi”

Ecofin

La web tax Entrerà ufficialmente in vigore dal 1° gennaio del 2020. “Come è noto l’Italia ha la digital tax, noi la faremo entrare in vigore dal primo gennaio.  È uno dei componenti della manovra. La misura c’era ma non era operativa. Non vogliamo solo la digital tax italiana ma vogliamo che sia collocata dentro una misura definita sul piano internazionale. Noi faremo comunque la nostra, ma siamo parte attiva del negoziato che proseguiremo a Washington al G20”, ha spiegato il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri all’Ecofin, sottolineando come la misura diventerà operativa in Italia ma che dovrà essere regolamentata internazionalmente.

 

La Gazzetta dello Sport

-“Lo sport è qui”

“Il fenomeno, i fenomeni”: questo è il tema della seconda edizione del la quattro giorni del Festival dello Sport di Trento, inaugurato dalla divina Federica Pellegrini ed entrato nel vivo del suo svolgimento proprio in queste ore. “Il mio segreto? Io non mollo mai. Può succedermi qualsiasi cosa, ma per adesso il nuoto è l’amore più grande della mia vita. mi ha dato tanto, in tutti i sensi. E ci vuole amore per farlo”, ha detto la pluricampionessa.  Dalle sue dichiarazioni è arrivata anche una conferma (triste per lo sport italiano): la sua carriera si chiuderà ai prossimi Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

 

La Repubblica

-“Erdogan, ricatto disumano”

Minaccia all’Europa

Il presidente turco: “Pronto a rimandarvi tre milioni e 600mila profughi siriani. E non parlate di invasione”. Già 60mila curdi in fuga al confine

Testimonianze dal fronte: “Jihadisti guidati da Ankara vogliono liberare i membri dell’Isis prigionieri”. Istanbul, retata nei giornali dell’opposizione

Intervista a Di Maio: l’Europa non deve cedere. Salvini? Nessun rimpianto

La Repubblica ha intervistato il Ministro Luigi Di Maio, che ha parlato della crisi siriana, della riforma della legge elettorale italiana e del rapporto con Matteo Salvini. “Condanniamo con forza ogni tipo di intervento militare perché rischia di pregiudicare gli sforzi della coalizione anti Isis. La soluzione della crisi siriana non può passare attraverso l’uso delle armi, ma attraverso dialogo e diplomazia. (…)”, ha detto il Ministro. E su Salvini?Non ho mai rimpianto Salvini, ho fatto un’operazione verità. Il 2019 è stato l’anno più pazzo del mondo: due governi di diversa natura, una crisi in pieno agosto”, e ancoraCi sono due persone a sapere come sono andate le cose e una sono io. Non c’è stato nessun complotto, il governo se lo sono buttati giù da soli“.

-A casa del nazista

“Era solo e violento”

L’attentato in Germania

La rabbia davanti alla sinagoga di Halle

“La polizia non conosceva nemmeno l’indirizzo”

 

La Stampa

-“Ingerenze russe:

patto M5S-Lega

contro l’inchiesta di Bruxelles”

Esecutivo Ue, schiaffo a Macron: non passa Goulard

Bocciata la commissione dell’Europarlamento

Nella risoluzione citati Savoini e il Metropol

L’Europa ha bocciato la proposta sull’istituzione di una commissione speciale che avrebbe dovuto occuparsi di ingerenze elettorali straniere e disinformazione. La votazione, seppur sul filo del rasoio (320 contrari e 306 favorevoli), ha visto vincere un M5S schieratosi dalla parte della Lega, parte in causa attiva nella questione visto che il caso del Russiagate è stato espressamente citato nella mozione. Di idea opposta, e cioè favorevoli alla creazione ella suddetta commissione, sia il Pd sia il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

-Sotto i raid turchi l’Isis festeggia

“Potremo fuggire dalle prigioni curde”

 

Maria Mento