Bombardamento aereo turco contro bus di giornalisti e civili: almeno nove morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:57

bombardamento siria

Nove persone tra le quali almeno un giornalista, sono morte in un bombardamento aereo avvenuto in Siria da parte dell’artiglieria dell’esercito turco

Sono drammatiche le notizie che arrivano dalla Siria, da pochi giorni terra di una nuova guerra scatenata dalla Turchia di Erdogan contro i curdi e che ha già fatto numerose vittime tra i civili. Secondo quanto riferito dall’Osservatorio siriano sui diritti umani almeno nove persone, tra cui un giornalista straniero e cinque civili, sarebbero morti. E’ il bilancio di un altro bombardamento aereo messo a segno dai turchi contro un convoglio sul quale viaggiavano tra gli altri anche reporter stranieri. Uno di loro è deceduto mentre gli altri sarebbero rimasti feriti ma le loro condizioni non sono al momento note; il bombardamento di artiglieria dell’esercito turco è avvenuto a Ras Al Ain, nel nord del Paese: il mezzo in questione sarebbe un pullmino, come riportato da malcune fonti ma non è chiaro quali siano le nazionalità dei giornalisti rimasti coinvolti nell’attacco avvenuto a poca distanza dalla zona del fronte dell’offensiva turca.

Uccisa l’attivista per i diritti delle donne Hevrin Khalaf

Una notizia drammatica che va ad aggiungersi a quella riguardante l‘uccisione di Hevrin Khalaf, attivista curda molto conosciuta per la sua lotta a favore dei diritti delle donne. La donna sarebbe stata assassinata, insieme al suo autista, su un’autostrada nei pressi di Qamishli: milizie sostenute dalla Turchia li avrebbero fermati e prelevati per poi togliere loro la vita, secondo quanto riferito da forze curde.