Giuseppe Conte tranquillizza tutti: “La Manovra è pronta, su Quota 100 stiamo lavorando”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:15

Giuseppe ConteIl presidente del Consiglio Giuseppe Conte tranquillizza tutti sulla Manovra di Bilancio, spiegando come si stia trovando una soluzione anche per Quota 100.

Il primo proposito del governo giallo-rosso era quello di creare una legge di Bilancio per il 2020 che evitasse lo scatto delle clausole di garanzia e l’aumento dell’Iva. Il lavoro all’interno dell’esecutivo è stato febbrile, ma al momento non è ancora chiaro come si possa evitare l’aumento senza bloccare gli investimenti, o addirittura fare tagli, in vista del prossimo anno (secondo una ricostruzione del Corriere, Salvini avrebbe invocato le elezioni per evitare il problema).

Particolarmente attivi nel criticare le mosse del governo finora sono stati i renziani, secondo i quali si doveva provvedere all’eliminazione di Quota 100. Conte e i suoi hanno invece mantenuto la riforma sperimentale sino alla sua conclusione originaria (il 2021), ma stanno studiando una soluzione per ridurne i costi.

Giuseppe Conte tranquillizza tutti: “La Manovra è pronta”

Raggiunto dalla stampa, Giuseppe Conte ha voluto tranquillizzare tutti sostenendo che la Manovra è giunta ai dettagli e che tutti i possibili punti di frizione saranno appianati. Per quanto riguarda Quota 100 si sta valutando l’idea di fare slittare la finestra d’ingresso alla pensione di 3 mesi, portandola a 6 per chi è dipendente privato e a 9 per chi è dipendente pubblico. Una decisione che non metterebbe proprio d’accordo tutti, ma che potrebbe essere approvata a maggioranza.

Per quanto riguarda l’Iva il premier ha rassicurato che non ci sarà una rimodulazione, spiegando: “Un punto qualificante è che abbiamo trovato delle risorse nonostante la necessità di reperire 23 miliardi per bloccare l’Iva, abbiamo trovato ulteriori risorse per dare un segno della direzione di marcia di questo governo”. Tra le misure approvate ci sono 56 miliardi destinati all’ambiente e 52 agli investimenti. Mentre tra le abolizioni previste c’è quella del superticket.