Inseguimento tra due macchine finisce in tragedia: due giovani hanno ucciso una giovane mamma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:24

Hanno imboccato una strada a tutta velocità, superando di molto i limiti imposti, prima di andarsi a schiantare contro una vettura sulla quale si trovavano una donna e la sua famiglia: lei, nell’impatto, è morta

Una vettura sulla quale viaggiava un giovane, a sua volta inseguita da un’altra vettura, ha travolto una giovane donna, mamma di cinque figli, che da questo incidente non è uscita viva. Grazie alle registrazioni delle telecamere di sorveglianza si è potuto scoprire che le vetture con a bordo i due ragazzi correvano a una velocità di circa 70 miglia orarie su una strada che prevede un limite di velocità di 30 miglia. La polizia ha diffuso il video di questo incidente dai contorni horror.

Inseguimento tra due macchine finisce in tragedia, auto contro una villetta: muore una donna

Il 20 aprile scorso, Lewis Fisher (21 anni) e Joseph Pownall (27) sono stati tratti in arresto per aver provocato la morte- alla fine di un inseguimento stradale- di una giovane donna, mamma di cinque figli.

Lewis Fisher si trovava a bordo di una Mercedes C220 color argento quando ha affrontato, a tutta velocità e superando i limiti, una strada residenziale su cui si affaccia la villetta di Joanna Bailey Collinge, la vittima rimasta uccisa. Il giovane era inseguito da Joseph Pownall, che si trovava alla guida di una Volkswagen Amarok: il 27enne voleva vendicarsi del 21enne che in precedenza gli aveva rotto il finestrino della sua vettura mentre questa stava parcheggiata nei pressi di un pub. Così è iniziato un tragico inseguimento che ha condotto Pownall a speronare la macchina di Fisher. Entrambi, poi, hanno perso il controllo dei loro mezzi, andando a sfondare il muro di mattoni che recinta la villetta di Joanna Bailey Collinge e finendo addosso alla Volkswagen Polo di proprietà della famiglia.

Inseguimento tra due macchine finisce in tragedia, condannati i due giovani

In quel momento, la donna, il marito e i due figli più piccoli erano proprio lì perché stavano per recarsi (in auto, per l’appunto) a un barbecue organizzato nella casa di un loro vicino. Johanna ha subito ferite così gravi da morire poche ore più tardi. Il marito e la figlia tredicenne hanno riportato ferite serie. Ferita lievemente, invece, la figlia di soli 4 anni. Lewis Fisher e Joseph Pownall sono stati condannati, rispettivamente, a scontare 11 e 12 anni di reclusione per guida pericolosa e per il conseguente omicidio commesso.

Dopo mesi da questi tragici fatti, la polizia del Greater Manchester ha diffuso il drammatico video dell’inseguimento tra i due giovani. Il giudice ha anche condannato la condotta di Pownall, che dopo aver ucciso la donna non ha mostrato alcun rimorso per le sue azioni: anzi, il giovane in quella situazione si stava divertendo. Joseph Pownall ha anche cercato di insabbiare tutto, chiedendo al fratellastro di denunciare la scomparsa della sua auto per fare intendere che qualcuno l’avesse rubata.

Maria Mento