Chiede al fratello il denaro per la droga, lui lo uccide con 4 colpi di pistola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00

Spara al fratelloEsasperato dalle continue richieste di denaro del fratello, un uomo di 34 anni lo ha ucciso sotto casa con quattro colpi di pistola.

Ieri sera, intorno alle 23.30, si è consumata una tragedia familiare in via Pergusa a Paternò. Un venditore ambulante di 34 anni, Andrea Befumo, ha ucciso il fratello Paolo (40 anni) con quattro colpi di arma da fuoco. All’origine di questo dramma c’era una situazione familiare complicata, Paolo era diventato da tempo un tossicodipendente e spesso si recava dal fratello per avere del denaro utile a comprare altra droga.

Quella sera i due si sono visti ad un pub, ma quando Paolo ha chiesto nuovamente del denaro al fratello, questo ha dato in escandescenze. Ne è nata una discussione animata, durante la quale Andrea gli ha negato il denaro. A quel punto il venditore è uscito dal pub e si è recato a casa, determinato a chiudere quella vicenda e ad ignorare le insistenze del fratello.

Lo scontro sotto casa, Andrea uccide il fratello

Paolo, per nulla rassegnato di fronte al diniego del fratello, si è presentato sotto casa di Andrea per chiedere nuovamente il denaro per una dose. Non è chiaro se i due siano arrivati ad uno scontro fisico, ma secondo quanto riferito dai Carabinieri, il più piccolo dei fratelli è salito in casa per prendere la pistola e quando è tornato in strada ha esploso 4 colpi che hanno colpito paolo al petto ed in viso.

Il fragore degli spari ha allertato i vicini di casa che hanno immediatamente chiamato i Carabinieri. Una volante è giunta in zona pochi minuti dopo. Quando sono arrivati in zona,  i militari hanno visto Paolo disteso per terra ed hanno immediatamente chiamato un’ambulanza, quindi si sono recati in casa di Andrea e lo hanno trovato intento a lavare via il sangue dalle mani. Portato in centrale, l’uomo ha ammesso di aver sparato al fratello ed è stato portato in carcere a Piazza Lanza (Catania). Paolo invece è morto un paio di ore dopo il ricovero in ospedale.