35enne di origini nigeriane si dà all’autoerotismo davanti a due donne su un treno: multa di 10mila euro

Multa di 10mila euro per un uomo di 35 anni di origini nigeriane, punito per atti osceni in luogo pubblico.

Gli atti osceni si sono verificati su un treno diretto a Napoli e proveniente da Roma Termini: dopo la fermata della stazione ferroviaria di Aversa, a pochi chilometri da Napoli, il succitato nigeriano è entrato in una carrozza dove viaggiavano due donne.

Seduto sul sedile di fronte alle due, si è messo le mani nei pantaloni della tuta e ha cominciato a masturbarsi.

Le donne, spaventato dal gesto inconsulto dell’uomo, sono quindi scappate in cerca di aiuto: aiuto trovat all’ultimo vagone, dove c’erano altri viaggiatori e un agente della polfer.

Visto il poliziotto, però, il nigeriano si è immediatamente dileguato.

Nonostante il tentativo di fuga, all’arrivo del treno alla stazione di Napoli Centrale l’uomo è stato intercettato e fermato dalle forze dell’ordine, allertate dal capotreno.