Il “nuovo inizio” di Tafida. Al Gaslini i genitori della bimba hanno ritrovato la speranza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:06

tafida gaslini genova Tafida Raqeeb, la bimba di cinque anni affetta da una patologia cerebrale, è stata accolta all’ospedale “Gaslini” di Genova da un poliziotto che ha voluto porgerle un dono.

L’agente ha regalato una rosa alla piccola e a sua madre, con tanto di dedica: “Per la bambina inglese e per la sua mamma”. Shelina Begum ha poi detto alla sua piccola: “Tafida, questo è un nuovo inizio”.

“Sapevo che se l’avessi portata in Italia avrebbe avuto la possibilità di vivere – ha detto laa mamma della bimba – Pensavo che i dottori fossero secondi solo a Dio. Questa convinzione è stata infranta quando mi è stato detto dai medici dell’ospedale di Londra che non aveva più senso continuare le cure”.

Tafida è affetta da una condizione rara, nota come AVM (malformazione arteriovenosa, ndr), che le ha causato un forte sanguinamento nella testa lo scorso febbraio: lo riporta il quotidiano “The Sun”.

In seguito alle lesioni cerebrali la bimba è stata ricoverata al Royal London Hospital di East London. Quando alla madre è stata comunicata l’intenzione di sospendere le terapie, sono cominciati i contatti per trasferire Tafida in un’ospedale che potesse ancora curarla. Ora la piccola si trova all’ospedale pediatrico Gaslini di Genova, nel reparto di terapia intensiva.

La mamma di Tafida: “In Italia abbiamo ritrovato la speranza”

La mamma di Tafida è molto combattiva ed è certa che la sua piccola guarirà. “Sono sicura che non passerà molto tempo, presto la sposteremo dal letto alla sedia a rotelle. Il suo cervello comincerà a rispondere agli stimoli”.

Shelina ha poi parlato del Gaslini: “La cosa più importante per me è che tutte le infermiere e i dottori di questo ospedale trasmettono tanta positività”.

Nei prossimi giorni Tafida verrà sottoposta ad una tracheostomia che le consentirà di non avere più un tubo di respirazione nel naso.

“Questo viaggio in Italia ci ha dato speranza – ha detto il papà, Mohammed – siamo convinti che con queste cure Tafida migliorerà notevolmente nelle prossime settimane e nei prossimi mesi”.