Sub filma una balena, uno squalo l’attacca e le stacca entrambe le mani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:04

SqualoUna sub francese di 35 anni è stata brutalmente mutilata da uno squalo longimano mentre filmava una balena nelle acque della Polinesia.

Il viaggio in Polinesia di un’osservatrice di balene si è tramutato in un incubo quando è stata attaccata da uno squalo longimano, una specie di squali che vive in territorio tropicale ed è secondo in pericolosità solo allo squalo bianco. Secondo quanto riportato dai tabloid britannici, la studiosa, una donna francese di 35 anni, stava affrontando un viaggio tra le isole del Pacifico per osservare gli spostamenti delle balene.

Si pensa che lo squalo l’abbia puntata non appena è entrata in acqua per filmare da vicino il mammifero. Poco dopo infatti, il longimano l’ha aggredita mordendole parte del busto e un braccio. Il secondo attacco è stato ancora più violento, lo squalo ha addentato entrambe le braccia ed ha staccato di netto le mani della donna. Le sue urla hanno attirato l’attenzione delle persone a bordo della barca che sono scese a soccorrerla. Per fortuna a bordo dell’imbarcazione c’era un’infermiera che ha tamponato il sanguinamento e le ha consentito di rimanere in vita.

Squalo longimano più pericoloso dello squalo bianco

Sebbene il longimano sia di dimensioni più ridotte rispetto allo squalo bianco, è considerato altrettanto pericoloso, e addirittura più pericoloso per gli esseri umani. Mentre lo squalo bianco si nutre di pesci grossi e carcasse di animali mastodontici come Balene e Orche, ignorando solitamente gli esseri umani, questi nel 100% dei casi predano gli esseri umani e sono noti per avvicinarsi ai nuotatori.