Maltempo in Sicilia, muore agente penitenziario. Lo ha travolto un’ondata di fango

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:31

maltempo sicilia mortoIl maltempo in Sicilia ha purtroppo causato una vittima. 

Giuseppe Cappello, 52 anni, di Rosolini (Siracusa), era stato dato per disperso ieri notte sulla statale 115. Questa mattina il corpo senza vita del 52enne è stato ritrovato dai Vigili del Fuoco sul tratto di strada che collega i comuni di Noto e Rosolini, proprio nei pressi del punto dove era stato visto camminare.

L’uomo svolgeva la professione di agente di polizia penitenziaria nel carcere di Noto, e al momento della tragedia stava facendo rientro nella sua abitazione, a Rosolini.

A causa del maltempo che ha investito il Sud-Est della Sicilia, il fiume Tellaro è esondato e ha investito il mezzo sul quale viaggiava Giuseppe Cappello: lo riporta il quotidiano “La Repubblica”.

Il corpo dell’uomo è stato trascinato via dalla corrente 

L’auto è rimasta sicuramente in panne, con l’acqua che ha completamente invaso il manto stradale.

Stando alle ricostruzioni delle forze dell’ordine, l’uomo è sceso dalla macchina ma è probabilmente scivolato da un muretto prima di essere trascinato via dalla corrente. Il 52enne non ha avuto scampo. Il suo cadavere è stato rinvenuto in un campo situato a poche centinaia di metri dalla sua macchina, una Dacia Sandero bianca.

La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta. Il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, sta valutando se chiedere lo stato di calamità.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!