Sorprende i rapinatori in casa: picchiato con piede di porco e legato a terra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:03

carabinieri

Ha riportato fratture e lesioni serie un 78enne che ha sorpreso due malviventi nella sua casa ed è stato aggredito con ferocia

Riempito di botte utilizzando un piede di porco prima di essere immobilizzato legandolo a terra, per aver sorpreso due rapinatori. La vittima è un uomo di 78 anni, rimasto da poco vedovo e che vive da solo, che si è ritrovato faccia a faccia con due malviventi entrati di soppiatto nella sua abitazione mentre lui stava rincasando. Anzichè fuggire i due hanno aggredito l’anziano colpendolo con violenza tanto da procurargli fratture multiple e lesioni alla milza, come accertato dai medici che lo hanno preso in cura in ospedale dove è stato ricoverato d’urgenza. L’episodio è avvenuto nella serata di sabato nel sud della Sardegna: il 78enne abita in una casa di campagna isolata nel comune di Piscinas, nella zona del Sulcis. L’uomo aveva lasciato momentaneamente la casa ed è allora che i rapinatori a volto coperto sono entrati nell’abitazione. Quando lui li ha scoperti lo hanno immobilizzato riempiendolo di botte alla testa e all’addome per poi legarlo con del nastro adesivo e lasciarlo a terra in condizioni gravi.

Anziano brutalmente aggredito, è caccia ai rapinatori

Poi si sono impossessati di denaro, gioielli e orologi prima di guadagnare la fuga raggiungendo la loro auto a bordo della quale era presente un complice. Il 78enne è riuscito, seppur seriamente ferito, a liberarsi e chiedere aiuto. E’ stato raggiunto da un’ambulanza, che lo ha trasportato all’ospedale di Carbonia e dai carabinieri della Stazione di Giba, del Nucleo radiomobile della Compagnia di Carbonia. Per l’anziano sono 35 i giorni di prognosi, oltre al grande spavento per il dramma vissuto. I militari sono al lavoro per cercare di identificare e rintracciare i rapinatori e si starebbero concentrando su alcuni giovani che vivono nei paraggi.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!