Zingaretti-Di Maio, botta e risposta: separati in Emilia e Calabria, governo a rischio?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:32

zingaretti di maio pd M5SDopo appena due mesi dalla sua nascita, il governo giallorosso già traballa. 

L’esito delle elezioni regionali in Umbria, che hanno visto il trionfo della coalizione di centrodestra e soprattutto della Lega di Matteo Salvini, hanno contribuito a rendere molto meno stabile l’alleanza tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle che aveva portato alla formazione del “Conte bis”.

L’esperienza dell’alleanza da replicare anche in Umbria non ha dato i frutti sperati e ha determinato un vero e proprio crollo per il M5S, sceso addirittura al 7%.

Anche per questo, come riportato anche da “Repubblica”, il capo politico dei pentastellati Luigi Di Maio ha subito detto che il Movimento 5 Stelle non avrebbe più corso assieme ad alcun partito nelle elezioni regionali: all’orizzonte ci sono quelle in Emilia Romagna e in Calabria, dove si teme un’altra doppia affermazione di Matteo Salvini e della Lega.

Di Maio replica a Zingaretti: “Mai più con il PD”

Uno scenario che preoccupa non poco i “Dem”. Nicola Zingaretti, segretario del Partito Democratico, ha voluto ribadire durante il programma radiofonico Circo Massimo che “o si riscopre uno spirito comune o i motivi stessi di questo governo vengono meno”, criticando anche la scelta di Di Maio non ripetere l’intesa con i democratici a livello locale.

Non ci sono i presupposti per un’alleanza strutturale con il Pd, i nostri militanti non la vogliono”, la replica secca del ministro degli Esteri. “In Emilia Romagna e Calabria andremo da soli”.