Incidente aereo alle porte di Roma: velivolo urta i cavi della corrente e si schianta, un morto

incidente aereo ultraleggero bimotore

Un uomo è morto ed un altro è rimasto gravemente ferito in seguito all’incidente aereo di un bimotore che ha urtato i cavi di media tensione per poi precipitare

Ha urtato i cavi della corrente per poi schiantarsi al suolo provocando la morte di una persona. C’è anche un ferito grave nel tremendo incidente aereo avvenuto nel pomeriggio del 1 novembre in località Marina di Tolfa, a Santa Severa, frazione della città laziale di Santa Marinella. Qui, per ragioni ancora da chiarire, un ultraleggero biposto ha urtato i cavi dell’elettricità di un traliccio, andando poi a precipitare in un campo, prima di incendiarsi. A bordo del velivolo erano presenti due persone, entrambi residenti a Roma: la vittima è un 70enne, F.T., deceduto in seguito ai gravi traumi riportati nell’impatto dell’ultraleggero a terra ma anche per le ustioni conseguenti al rogo che ha interessato il velivolo. S.M., 65 anni, è invece rimasto gravemente ferito.

Ultraleggero precipitato, soccorsi sul posto

Sul posto sono intervenute ambulanze del 118 e l’eliambulana che ha trasportato l’uomo al policlinico Gemelli in codice rosso dove i medici hanno riscontrato la presenza di una serie di ustioni di primo grado. Oltre ai soccorritori, l’area dell’incidente è stata raggiunta dai vigili del fuoco di Civitavecchia e di Cerveteri: le tre squadre di uomini delle tute gialle hanno lavorato allo spegnimento delle fiamme mentre i carabinieri presenti hanno effettuato tutti i rilievi del caso e avviato un’indagine per ricostruire le cause dell’incidente. Nel frattempo è emerso che l’ultraleggero era decollato pochi minuti prima dello schianto da un’area tra Santa Marinella e Tolfa.