L’Apocalisse non sarà rapida e porterà miseria. Le previsioni di un futurista

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:37

catastrofe Un futurista ha presentato la sua previsione sull’eventuale Apocalisse.

Jamais Cascio è un futurista, ovvero un tipo di consulente che cerca di prevedere cosa accadrà in base alle tendenze. Discutendo di apocalittiche possibilità di fine del mondo, Cascio ha affermato che ne esistono numerose, nessuna delle quali in grado di verificarsi rapidamente. “L’umanità si trova ad affrontare molteplici possibili apocalissi, con narrazioni che spesso mancano di un punto importante: l’apocalisse probabilmente non sarà rapida o definitiva”, ha scritto in un saggio pubblicato nel Bollettino degli Atomic Scientists. “L’apocalisse ha maggiori probabilità di portare miseria che salvezza”, ha poi aggiunto Jamais Cascio.

Potremmo entrare in uno “stadio apocalittico” senza accorgercene

Se la guerra nucleare, il riscaldamento climatico e le malattie pandemiche non ci spazzeranno via, avremo comunque a che fare con una varietà di eventi naturali meno probabili ma ancora abbastanza mortali (dagli impatti degli asteroidi ai supervulcani, ndr) e cataclismi di natura tecnologica”, ha detto il “futurista”, che tende a sottolineare come l’eventuale estinzione dell’umanità avverrà piuttosto lentamente.

“Anche la morte dei dinosauri è avvenuta nel corso dei mesi”, ha spiegato l’esperto al Daily Star Online, aggiungendo che la Terra può entrare in uno “stadio apocalittico” senza che gli umani lo sappiano. “Potremmo superare un punto di non ritorno ben prima che i sintomi diventino evidenti e inevitabili. Questo è un problema particolarmente evidente per le perturbazioni climatiche, a causa di ciò che è noto come ‘isteresi’, ovvero un significativo ritardo tra una causa e gli effetti fisici”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!