Tensioni in parlamento tra FdI e PD: “Lezioni di Democrazia? Non da chi celebra la marcia su Roma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:54

tensione in parlamentoSi accende il dibattito in parlamento tra i rappresentanti di Fratelli d’Italia e del Partito Democratico sulla questione lavoro, dopo l’astensione della destra alla votazione sulla mozione presentata da Liliana Segre.

Nella seduta odierna del parlamento, l’onorevole Lollobrigida ha duramente attaccato il governo Conte bis, evidenziando una mancanza di tutela del lavoratore di cui invece il suo partito (FdI) si farebbe portatore. Aggiungendo in seguito una frase che ha scatenato la reazione dei parlamentari del PD, pronunciata con un tono di voce concitato: “A differenza di queste mummie che tacciono…”.

L’intervento è stato seguito da una replica piccata da parte del deputato del PD Fiano che si è ricollegato alla frase provocatoria dell’oppositore politico ed ha detto: “A proposito di mummie, se lei avesse la cortesia di far sapere al collega Lollobrigida che chi celebra in una cena ad Ascoli Piceno le mummie della marcia su Roma, a noi non dà lezioni di democrazia”.

Il PD chiede rispetto per la memoria

Le parole di Fiano sono state accompagnate dalle urla dei parlamentari, da un lato quelle di approvazione dei colleghi di partito, dall’altro quelle di disapprovazione di Fratelli d’Italia. Tra questi c’è chi ha apostrofato il parlamentare come “Sionista“. A quel punto l’onorevole Borghi si è alzato ed ha violentemente criticato i deputati di Fratelli d’Italia: “Nel corso dell’intervento del collega Fiano, dai banchi dell’estrema destra ci sono state delle frasi chiaramente indirizzate all’interlocutore che è stato definito sionista. Questa cosa avviene il giorno dopo in cui la destra si è astenuta su una mozione presentata dalla senatrice a vita Liliana segre. Noi chiediamo che venga portato rispetto non tanto al parlamentare ma alla memoria che questo parlamentare rappresenta”.

Difficile dire che tale appellativo non sia stato pronunciato con tono dispregiativo, sebbene come fa notare Mollicone significhi appartenente al sionismo. L’onorevole di FdI, invita Borghi a studiare il significato del sostantivo: ebbene si tratta di un sostenitore del movimento politico-religioso che invitava il popolo di fede ebraica a formare uno Stato nelle terre bibliche per difendersi dal crescente antisemitismo in Europa. Dunque a quale scopo Fiano è stato additato con veemenza di essere sionista?