Schianto fatale nella notte: in coma il figlio dell’uomo che ha ispirato Salvatores. Morta la fidanzata

Incidente Alberto Antonello

È in coma il 19enne Alberto Antonello, ricoverato all’ospedale dell’Angelo di Mestrin (VE) in seguito a un grave incidente automobilistico che lo ha coinvolto insieme alla sua ragazza, Giulia Zandarin.

Per intenderci, la vittima del drammatico incidente è il secondogenito dell’imprenditore Franco Antonello, il papà di Andrea, il ragazzo autistico che tutti conosciamo grazie ai servizi de’ “Le Iene”.

Secondo le ricostruzioni Alberto Antonello viaggiava sulla sua autovettura, una Mercedes Classe A, con la fidanzata di 18 anni. I due stavano rientrando da una discoteca di Jesolo quando, sulla via di casa, all’altezza di Musile del Fosso, alle otto circa di questa mattina l’autovettura si è schiantata contro un albero, finendo in un fosso. La ragazza è morta sul colpo mentre Alberto è stato trasportato in ospedale in gravissime condizioni.

La vicenda di Franco e del figlio Andrea ha ispirato scrittori e registi

Papà Franco aveva lasciato il lavoro per dedicare tutta la sua vita all’altro figlio Andrea, affetto dal cosiddetto “disturbo dello spettro autistico” o ASD, ispirando il romanzo di Fulvio Ervas “Se ti abbraccio non aver paura”, da cui è stato tratto poi il film di Gabriele Salvatores “Tutto il mio folle amore”, presentato quest’anno alla Biennale di Venezia e da poco disponibile anche nelle sale cinematografiche.

All’andata ad Alberto era stata ritirata la patente

Nel viaggio di andata, durante un controllo effettuato da una volante, nell’automobile era stata trovata dell’hashish, quindi gli agenti di polizia avevano disposto il ritiro della patente e fornito ad Alberto un permesso temporaneo per poter rientrare a Castelfranco (TV).