Calciatore uccide una gallina che ha invaso il campo, l’arbitro lo espelle – VIDEO

Calciatore uccide gallinaUn calciatore croato è stato espulso dall’arbitro dopo aver ucciso una gallina che aveva invaso il campo dandole un calcio di collo.

Sabato scorso l’incontro tra l’NK Jelengrad e lo Jasenovac, valido per un campionato di calcio semi professionistico in Croazia, è stato interrotto da una curiosa invasione. Un gruppo di galline ha trovato come accedere all’impianto sportivo ed ha costretto l’arbitro ad interrompere il match. Visibilmente infastidito da quella interruzione, il portiere del NK Jelengrad, Ivan Gazdek (23 anni), è andato verso le galline con l’intento di farle scappare.

Il calciatore, però, non ha controllato la propria foga e, giunto di corsa dove si trovavano le galline, ha colpito con violenza uno degli sfortunati animali. Dal video è possibile vedere come il colpo ricevuto dalla gallina è stato fatale: il portiere infatti la raccoglie per il collo e con sprezzo la getta fuori dal campo di gioco.

Calciatore viene espulso dopo aver ucciso una gallina in campo

La mancanza di rispetto per la vita ha fatto infuriare l’arbitro che, dopo aver assistito a quella crudeltà, gli ha sventolato in faccia un cartellino rosso per “Condotta antisportiva”. Il video in questione è diventato presto virale ed il calciatore si è voluto giustificare pubblicamente in un’intervista: “Le galline invadono costantemente il campo da gioco, è pieno di feci ed è antigienico. Ho simulato una corsa verso di loro per farle spaventare, ho fatto oscillare il piede e ne ho uccisa una accidentalmente”.

Gazdek ha ribadito che non aveva alcuna intenzione di fare male alla gallina ed ha dichiarato di essersi già scusato privatamente con il loro proprietario: “Credetemi che non volevo ucciderla. Mi sono già scusato con il proprietario inviandogli una lettera e gli ho fatto inviare un’altra gallina”.