Salvini apre all’ex presidente della Bce: “Draghi dopo Mattarella? Why not”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:27

Salvini apre a DraghiA precisa domanda di Giordano, Salvini apre senza riserve alla possibilità che Mario Draghi diventi il prossimo Presidente della Repubblica.

Dopo anni di opposizione alle politiche economiche dell’Unione Europea e della Banca Centrale Europea, ci si aspetta che Matteo Salvini sia contrario alla possibilità che Mario Draghi, ex presidente della Bce possa entrare a far parte del Quirinale con il ruolo di Presidente della Repubblica. Sorprende infatti la sicurezza con la quale risponde “Why not” a Mario Giordano che gli aveva chiesto: “Ma Draghi Presidente della Repubblica lo voterebbe?”.

Anche il conduttore sembra spiazzato dalla risposta priva di dubbi dell’ex ministro dell’Interno e non manca di sottolinearlo: “Bhe questa è una novità”. Al che salvini ribadisce l’inglesismo della risposta: “Why Not. Diamoci un tocco di inglese”. Affermazione a cui il giornalista fa seguire: “Noi preferiamo gli italiani”.

Salvini condanna gli episodi di razzismo contro Balotelli e la Segre

Chiusa la parentesi elezioni, durante la quale il leader della lega ribadisce che si dovrebbe andare a votare già nel 2020, il giornalista gli chiede un parere sugli insulti e le prese in giro ai danni della senatrice a vita Liliana Segre e questo risponde: “La Segre è una donna da cui c’è solo da imparare e spero di incontrarla presto. Se sei antisemita nel 2019 devi farti curare da uno bravo. Però mandare avanti la Segre per istituire commissioni sovietiche, non mi piace”.

Sull’episodio di razzismo ai danni del calciatore, ingigantito dall’uscita fuori luogo del capo ultrà del verona che lo ha definito “Italiano non al 100%”, Salvini dice: “Chi distingue un essere umano in base al colore della pelle è un cretino. Anzi, ci sono tanti immigrati regolari che lavorano e pagano le tasse che sono miei fratelli”.