Spiaggia ricoperta interamente di “uova di ghiaccio”: virale la foto dello spettacolare fenomeno

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:03

Uova di ghiaccioUn fotografo amatoriale ha catturato il raro fenomeno della formazione delle “Uova di ghiaccio” mentre passava per una spiaggia finlandese.

Una coppia in visita alla splendida isola di Hailuoto stava camminando nei pressi della spiaggia di Marjaniemi quando si è imbattuto in un fenomeno rarissimo e di spettacolare bellezza. La spiaggia, infatti, era interamente ricoperta di “Uova di ghiaccio” per circa 30 metri. Colpito da quella visione, il marito, Risto Mattila, ha deciso di fotografare il fenomeno. Presto lo scatto dell’uomo, pubblicato sul web, ha attirato la curiosità di media ed esperti.

Intervistato a riguardo, Risto ha dichiarato: “Le uova più grandi erano delle dimensioni di una palla da calcio. Era una visione eccezionale. Non ho mai visto questo fenomeno prima d’ora”. In effetti, ha spiegato uno specialista dell’istituto meteorologico finlandese al ‘Guardian‘, si tratta di un fenomeno particolarmente raro che necessità di condizioni meterorologiche ben precise.

Come si formano le “Uova di ghiaccio” sulla spiaggia

In sostanza le uova di ghiaccio non sarebbero altro che un mix di sabbia fine ed un sottile strato di ghiaccio. Il periodo autunnale è quello migliore affinché si formino, ma anche in questa stagione non è detto che si presentino le condizioni adatte. L’esperto Jouini Vaino ha spiegato infatti: “C’è bisogno della giusta temperatura atmosferica (sotto lo zero ma solo di poco), la giusta temperatura dell’acqua (vicina al punto di congelamento), una sabbia fine e profonda e delle onde docili, possibilmente un graduale sollevamento”.

Se queste sono le condizioni base affinché il fenomeno si manifesti, perché esso prenda forma c’è bisogno di un altro elemento, un nucleo che attiri a sé il ghiaccio: “C’è bisogno di qualcosa che funga da nucleo. Questo nucleo, sospinto avanti e indietro dalle onde, colleziona ghiaccio intorno a sé. A quel punto una piccola palla emerge bagnata, ghiaccia e diventa sempre più grande”.