Le sigarette elettroniche sono pericolose. Una sostanza può causare malattie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19

sigarette elettroniche Le sigarette elettroniche sono potenzialmente dannose per la salute. 

A riferirlo è l’agenzia per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc), che ha puntato il dito contro una sostanza che si troverebbe proprio nel dispositivo elettronico nato per fornire un’alternativa al consumo di tabacco.

L’ingrediente finito nel mirino della Cdc è la vitamina E acetato, che sembra avere una correlazione molto forte con le malattie collegate alle sigarette elettroniche. Una situazione che sta diventando sempre più preoccupante, come emerso anche dall’ultimo dato che fa riferimento agli USA: sono già 2051 le persone ammalate in seguito all’utilizzo di sigarette elettroniche, con una quarantina di casi di decesso.

La vitamina E acetato responsabile delle lesioni ai polmoni

Per risalire alla vitamina E acetato, sono stati prelevati dei fluidi dai polmoni di 29 pazienti malati. Proprio da questi campioni è emersa la presenza della sostanza incriminata, come spiegato durante una conferenza stampa dalla numero due dell’agenzia, Anne Schuchat.

“Per la prima volta abbiamo scoperto una potenziale tossina di preoccupazione, la vitamina E acetato, in campioni biologici di pazienti – ha detto l’esperta – I campioni hanno fornito la prova della presenza di vitamina E acetato nel sito principale delle lesioni ai polmoni”, accertando così il legame tra la vitamina E acetato e i danni polmonari.