Giorgia Meloni, fake news sui migranti: continua il botta e risposta tra Report e la leader di FdI

Giorgia Meloni ha dei followers su Twitter che diffondono fake news sui migranti. Affermazione, fatta nell’ambito del programma televisivo Report, che non è piaciuta alla leader di Fratelli d’Italia. Una vicenda che ha scatenato un botta e risposta tra gli autori del programma e l’esponente politico

La produzione di Report, il noto programma di Rai3 da molti giorni nell’occhio del ciclone per la sua inchiesta sul Russiagate, ha invitato Giorgia Meloni a denunciare Report per fare chiarezza su delle affermazioni che non sono piaciute alla leader di Fratelli d’Italia. Il programma televisivo aveva infatti puntato il dito contro gli utenti che seguono la pagina Twitter della Meloni, additandoli come “curiosi” (nel senso di strani in un determinato senso, e cioè quello della massiccia diffusione di fake news), accuse da lei ricusate nella maniera più assoluta. La Meloni ha inoltre rifiutato di denunciare Report adducendo la motivazione che, qualora Report perdesse, i danni dovrebbe pagarli la Rai con i soldi dei contribuenti italiani. Ma c’è chi sospetta che la donna abbia paura di andare in tribunale per ben altri motivi.

Giorgia Meloni non denuncia Report, i suoi followers accusati di diffondere fake news sui migranti

Giorgia Meloni, su Twitter, è seguita da followers che nell’ultimo mese hanno condiviso per ben 12mila volte contenuti pubblicati da ImolaOggi.it e per altre 10mila volte quelli di Voxnews. Nello specifico si tratta di due portali online noti per aver diffuso notizie false sul tema dell’immigrazione.  Tradotto in forma più semplice: i seguaci Twitter di Giorgia Meloni sono responsabili della diffusione in rete di fake news che riguardano migranti e immigrazione.

I particolari sono emersi nella puntata di Report andata in onda ieri lunedì 11 novembre 2019. È stato Matteo Flora, che già aveva pubblicato i risultati di una sua analisi su Open, a tracciare il quadro della situazione (per altri dati si può fare anche riferimento, oltre che a Open, allo specifico articolo di business.it). La netta opposizione di Giorgia Meloni, che ha convintamente dichiarato che si tratta di dati falsi, ha spinto il programma a invitare la politica a sporgere denuncia in tribunale.

Giorgia Meloni non denuncia Report, il botta e risposta su Twitter

Caro Ranucci, se denuncio e #Report perde, i danni li paga te tu e Report, i li paga mamma RAI coi soldi dei contribuenti? Raccontalo agli italiani”. Con questo tweet, tra l’altro preso ironicamente in giro sul web da molti utenti (visti i soldi dei contribuenti di cui Giorgia Meloni avrebbe beneficiato da quando fa politica), la leader di Fratelli d’Italia ha risposto all’invito che le aveva fatto Sigfrido Ranucci, e cioè quello di sporgere querela qualora ritenesse che le cose dette nello studio di Report non corrispondessero a verità.

Gentile on. Meloni, la Rai copre le spese legali del dipendente querelato, ma in caso di sentenza di condanna definitiva con risarcimento danni ha l’obbligo di rivalersi sul dipendente. Inoltre c’è la responsabilità penale che è individuale”: la risposta della pagina ufficiale di Report.

Maria Mento