Matteo Salvini sbarca su TikTok: è il primo politico italiano ad avere una pagina sul nuovo social

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:58

Matteo Salvini conferma la sua vocazione di politico social ed è il primo italiano ad approdare su uno dei social che promette di fare il boom in un futuro prossimo: TikTok

TikTok, la piattaforma della cinese Bytedance, è la piattaforma social del momento. Tutti ne parlano e ovviamente, un politico social come Matteo Salvini non poteva esimersi dal provarla. Così, il leader del Carroccio si è iscritto a TikTok con un proprio profilo e ha iniziato a postare scegliendo due temi cari ala propria propaganda politica: il tema dell’immigrazione (“In Italia si arriva con i documenti e se si ha il permesso di arrivare. Altrimenti si torna da dove si è partiti. Così funziona in un Paese civile”) e l’elogio nei confronti delle Forze dell’Ordine italiane.

Matteo Salvini si è iscritto su TikTok, è il primo politico italiano: ha subito condiviso un post sull’immigrazione

Matteo Salvini è il primo politico italiano a essere sbarcato su TikTok, la nuova e sorprendente piattaforma digitale che in poco tempo ha raggiungo un miliardo di utenti e che può contendere il primato alle già note Facebook, WhatsApp et similia del pacchetto Zuckerberg. Persino il governo statunitense si starebbe interessando a questo spazio virtuale per capire come gestisce i dati e modera i contenuti.

Salvini, vista la sua spiccata propensione per il mondo social (che utilizza continuamente per raggiungere i suoi followers, ed è addirittura stato accusato di aver destinato numerosi fondi alla Bestia, la macchina di propaganda social innescata dalla Lega)  non poteva non essere presente ed è stato il primo membro del Parlamento a iscriversi. È subito partito “all’attacco” di TikTok condividendo temi chiaramente cari alla politica del Carroccio, soprattutto in tema di immigrazione irregolare. Poi ha parlato anche delle nostre Forze dell’Ordine, rendendo loro onore, e ha lanciato l’ashtag #primagliitaliani.

Certo, parlare di immigrazione e di documenti regolari su un social cinese è un qualcosa che può scatenare una grossa dose di ironia, visto quanto accaduto qualche giorno fa a Costantino Eretta: il vicesindaco leghista di Sarzana è stato rimpatriato, dalla Cina, perché sprovvisto di passaporto. Anche se a sua discolpa si deve dire che probabilmente il passaporto è andato smarrito o che qualcuno glielo potrebbe aver sottratto.

Matteo Salvini si è iscritto su TikTok, le cifre del leader della Lega e l’assalto alla generazione Z

Ma perché TikTok è così importante? Perché è il social preferito della cosiddetta generazione Z, cioè i giovanissimi. Ci sono anche i ragazzini italiani, e la percentuale è soprattutto femminile (65%). Insomma, Matteo Salvini vede lungo e vuole provare a portare dalla sua parte quei ragazzi che tra qualche anno otterranno la maggiore età e il diritto di voto. Vede persino più lungo anche di Donald Trump e di Alexandria Ocasio-Cortez, due tra i politici statunitensi più attivi online, che ancora non si sono iscritti.

Per ora, Salvini conta circa 900 followers (come segnalato da il Corriere della Sera fino alla serata di martedì), ma è quasi scontato che le sue cifre siano destinate a crescere con la crescita della piattaforma.

Maria Mento