Elezioni regionali in Emilia-Romagna, flop della Lega alla presentazione della candidata del centrodestra

La presentazione di Lucia Borgonzoni, la candidata della coalizione del centrodestra alle prossime elezioni regionali dell’Emilia-Romagna non è andata proprio come Matteo Salvini sperava. Il leader del Carroccio se l’è presa con gli squadristi

Al PalaDozza di Bologna è andata in scena la presentazione di Lucia Borgonzoni, candidata per il centrodestra come potenziale nuovo Presidente della regione Emilia-Romagna. La presentazione non ha però soddisfatto Matteo Salvini, che si è visto decurtare la platea a causa della manifestazione antileghista che ha letteralmente invaso il Crescentone di Piazza Maggiore. Il leader del Carroccio, per questo flop, ha accusato gli squadristi rossi dei centri sociali.

Salvini fa flop a Bologna e accusa gli squadristi, i pullman della Lega bloccati dai manifestanti

Se ci sono rimasti alcuni squadristi in questo paese, sono quelli qui fuori che vogliono impedire l’esercizio della democrazia“. Così Matteo Salvini ha cercato di mascherare il flop della presentazione del candidata Lucia Borgonzoni, che correrà contro Bonaccini per l’ottenimento della carica di nuovo Presidente della regione Emilia-Romagna a gennaio. Il PalaDozza, la struttura sportiva di Bologna capace di contenere più di 5mila persone (5570 il numero ufficiale), non si è riempita come il leader della Lega sperava, ma la cosa sarebbe da attribuire a quelli che lui ha definito “squadristi rossi”, e cioè quei manifestanti che affollandosi in Piazza Maggiore hanno impedito l’esercizio della democrazia.

C’è di più: i comunisti hanno bloccato alcuni pullman che trasportavano i sostenitori della Lega, impedendo loro di arrivare al PalaDozza. “È vero, non c’è il pienone, ci sono 10 pullman bloccati da questi delinquenti, e io spero solo che non ci siano agenti contusi…”, ha spiegato Salvini alla platea. Tutta colpa dei manifestanti, quegli squadristi rossi dei centri sociali, che si sono scontrati con la Polizia.

Salvini fa flop a Bologna e accusa gli squadristi, le parole del leader della Lega su Lucia Borgonzoni e contro il governo

Lucia è la candidata di tutto il centrodestra. E anche di tanti emiliani e bolognesi che si candideranno nelle liste civiche a sostegno di Lucia”, e ancora “Sono orgoglioso che la Lega sia protagonista di questa nuova speranza. L’obiettivo è restituire speranza futuro e libertà d’impresa a tutti gli emiliano-romagnoli”. Con queste dichiarazioni, rilasciate da Salvini nel tardo pomeriggio, il leader della Lega ha presentato la candidata Lucia Borgonzoni come candidata di tutto il centrodestra. Ma la presentazione al PalaDozza, fa sapere Forza Italia, è una cosa che ha riguardato solo la Lega, motivo per cui i berlusconiano non son intervenuti.

Matteo Salvini, nel suo discorso, ha sottolineato che la vittoria del centrodestra in Umbria inizia a spaventare il governo, mentre prima il centrosinistra era impegnato a deridere gli avversari. Conte e i suoi uomini sono stati definiti “banda di incapaci momentaneamente al governo”, e la Lega e i suoi alleati stanno cercando di limitare i danni del loro operato. “Pensiamo alle complicazioni” che creano “facendo scappare gli imprenditori con tasse e manette. E’ un governo nemico del popolo, pericoloso per i nostri figli. Bisogna semplificare e velocizzare“, ha specificato ancora l’ex Ministro dell’Interno. Poi l’affondo contro il governo capace di produrre solo delle nuove tasse: bisogna tagliare i balzelli per chi lavora e produce.

Mari a Mento