KFC, una nota scritta a mano finisce nella carne di pollo: cliente pubblica le foto su Twitter

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:46

Un cliente di KFC, la Kentucky Fried Chicken leader nella produzione di pollo fritto, ha trovato nel suo pollo una notte scritta a mano e ha denunciato la cosa alla nota catena di fast food

Mangiava tranquillamente il suo pollo fritto, tra l’altro da più parti osannato per la sua bontà, quando vi ha trovato dentro un foglietto di carta scritto a mano. Lo spiacevole disguido è capitato a Ken Hyde, cliente di KFC che un giorno si è recato nei pressi di uno dei punti vendita della Kentucky Fried Chicken. Il locale si trovava vicino a un hotel in cui l’uomo alloggiava (ma la località non è meglio specificata), nel dicembre del 2018,  e qui ha ordinato due varietà di pollo fritto. Trovandovi dentro una sorpresa non attesa e non commestibile.

Cliente trova carta scritta dentro il pollo fritto di KFC, i fatti risalgono allo scorso anno

Ken Hyde, un 26enne cliente di KFC, ha presentato un esposto a causa di una fastidiosa vicenda che gli è capitata in uno dei locali della nota catena di fast food, famosa in tutto il mondo per il suo pollo fritto. I fatti risalgono allo scorso anno, e cioè al dicembre del 2018, quando Ken si è recato in uno dei punti vendita di KFC per mangiare due diverse varietà di pollo ordinate. Mentre masticava i suoi bocconi, però, ha notato che qualcosa non andava: controllando meglio, ha trovato- tra i pezzi di pollo fritto- una nota di carta che qualcuno aveva scritto a mano, successivamente finita (non si sa come) all’interno della carne bianca. La cosa ha inorridito Ken e il cliente ha subito segnalato la cosa alla KFC.

Cliente trova carta scritta dentro il pollo fritto di KFC, la denuncia di Ken Hyde su Twitter

Dopo la sua lamentela, Ken ha spiegato che KFC ha staccato, in suo favore, un buono dal valore di 7 sterline  ma che la società non l’ha rimborsato.

Ero scioccato e non potevo credere a quello che stavo vedendo. Ero solo disgustato per essere stato onesto. Soprattutto perché la carta era letteralmente incorporata nel pollo. Non me lo sarei aspettato da una grande catena come KFC. Ho fatto delle foto, le ho buttate nel cestino dell’hotel e mi sono lamentato con loro su Twitter e le ho anche inviate via email. Si sono scusati e mi hanno dato un buono di £ 7 che è scaduto nel giro di pochi mesi. Neanche un rimborso. Non sono mai tornato alla KFC da allora e non ci torneremo mai più.”, ha detto Ken Hyde, palesemente contrariato per essere stato rimborsato con un buono che non è mai riuscito a spendere.

Come riporta il Daily Star, la KFC è stata contattata per dare l’opportunità alla società di rilasciare un commento su questa vicenda.

Maria Mento