Adolescente ricoverato d’urgenza: aveva infilato 31 palline nel pene

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:13

Un 12enne di Wuhan, capoluogo della provincia dello Hubei e città più popolosa della Cina orientale, era stato ricoverato presso il Wuhan Children’s Hospital a causa di forti dolori addominali.

A riportarlo è il quotidiano britannico online Metro UK che riferisce di questo adolescente, costretto suo malgrado all’ospedalizzazione poiché, poco più di due mesi prima, mentre “stava esplorando le sue parti anatomiche”, aveva inserito nell’uretra, una ad una, 31 Buckyballs, minuscole palline di metallo dalle proprietà magnetiche, costituite di molecole di carbonio, che possono essere impilate creando le più svariate forme.

In un primo momento i sanitari avevano brancolato nel buio

Immaginate la sorpresa quando l’urologo del nosocomio cittadino, il Dottor Wang Jun, ha scoperto che la causa delle fitte lancinanti non era un problema gastrointenstinale, bensì la vescica occlusa dalle piccole sfere di metallo.

Non è stato facile rimuovere le Buckyballs, ha ammesso lo specialista poiché, date le loro proprietà magnetiche, le palline si erano unite a grappolo, formando un tappo inamovibile.

È stato necessario riempire d’aria la vescica del ragazzino per facilitare la localizzazione e rimozione delle Buckyballs e senza ricorrere a interventi più invasivi.

I medici assicurano che l’operazione è andata a buon fine e che il ragazzo si ristabilirà molto presto.