Verme penetra nel pene e colonizza la vescica di un giovane viaggiatore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:27

Bilharziosi

Il quotidiano britannico Metro UK, riporta l’incredibile storia di James Michael, 32enne di Kensington – lussuoso ed esclusivo quartiere di Londra – che, rientrato da un viaggio nel continente africano, aveva cominciato a stare così male da perdere l’uso delle gambe e il controllo degli sfinteri.

Nell’Agosto del 2017, insieme con tre amici, James aveva viaggiato dallo Zambia allo Zimbabwe prima di raggiungere il Malawi.

Per cinque giorni James aveva nuotato e remato in canoa nelle acque dolci del Lago Malawi ed in questa circostanza un parassita, un verme piatto che infesta le vie urinarie, aveva risalito, attraverso il pene, l’uretra di James e deposto le uova, esponendolo a una grave infezione nota come bilharziosi vescicale.

Un anno dopo, nell’Ottobre del 2018, James aveva cominciato a perdere progressivamente la sensibilità agli arti inferiori e a faticare nel salire anche solo pochi gradini: le difese immunitarie erano al collasso.

In un primo momento al Westminster Hospital era stato trattato, senza successo, con antibiotici poi, temendo si trattasse di Sclerosi Multipla o altra malattia neurologica, con gli steroidi, ma i sintomi persistevano.

Prima di Natale gli specialisti del “Hospital for Tropical Diseases” intuiscono la causa del problema.

La diagnosi arriva giusto qualche giorno prima di Natale, quando gli specialisti del Hospital for Tropical Diseases di Londra, hanno individuato la causa dei disturbi di James nel temibile Schisostoma.

Per un lungo periodo James ha dovuto fare ricorso all’uso della carrozzella e, per deambulare, alle stampelle. Ha dovuto altresì portare un catetere e dormire prono, a causa del rash cutaneo che la malattia aveva scatenato sul dorso dello sfortunato giramondo.

Per fortuna James si è ristabilito completamente, ma “prima di ritornare in Malawi” – dice – “ci penserò due volte”.