19 Novembre 2019, scuole chiuse soprattutto in Liguria e Piemonte. Allerta rossa in Emilia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:18

Il nuovo bollettino di criticità emesso dalla protezione civile prevede ancora allerta rossa lunedì 18 e martedì 19 novembre su parte dell’Emilia-Romagna. Allerta arancione martedì 19 su Veneto, Provincia Autonoma di Bolzano, Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Liguria. Allerta gialla su gran parte dell’Italia.

Sul fronte meteo oggi abbiamo avuto una breve tregua al sud e sul versante adriatico, mentre le piogge hanno continuato a flagellare il nord e le regioni tirreniche.

Da domani martedì 19 novembre ancora rischio di piogge e temporali accompagnati da nubifragi, grandinate e raffiche di vento, con il rischio di nuove trombe d’aria come quelle protagoniste dei giorni scorsi. Data la nuova allerta della Protezione civile su varie regioni, alcuni comuni hanno deciso la chiusura di scuole di ogni ordine e grado domani, in particolare in Liguria, Piemonte e Lazio che sono tra i territori più colpiti nei giorni scorsi, incluso quello odierno.

Il maltempo colpisce ancora, ecco dove le scuole resteranno chiuse

Istituti scolastici chiusi dunque, soprattutto in Liguria con ben 17 comuni che hanno emesso un ordinanza in proposito: Albissola Marina, Albisola Superiore, Arenzano, Avegno, Bergeggi, Camogli, Campomorone, Campo Ligure, Celle Ligure, Ceranesi Cosseria, Masone, Rossiglione, Savona, Tiglieto, Vado e Varazze.

In piemonte scuole chiuse a Serravalle Scrivia, Arquata Scrivia, Gavi, Stazzano, Cassano Spinola, San Cristoforo e Vignole Borbera, Capriata d’Orba, Tassarolo, Rocchetta Ligure, Novi Ligure, Pozzolo Formigaro, Pasturana e Viguzzolo e Basaluzzo e Fresonara. Chiusa la scuola secondaria di primo grado ‘V. Alfieri’ di Spinetta Marengo, potenzialmente interessata dalla piena del rio Lovassina.

Situazione in miglioramento in Toscana, dove la situazione sta invece lentamente tornando alla normalità dopo l’emergenza per la piena dell’Arno, a Pisa le scuole tornano ad essere aperte. “Passata l’emergenza – ha dichiarato il sindaco Michele Conti – la città tira un sospiro di sollievo, torna alla normalità e si rimette in moto: abbiamo riaperto al traffico tutti i ponti e i lungarni del tratto cittadino. Le attività commerciali della città accolgono i clienti già dalle ore 12.00. Domani uffici pubblici, scuole e università regolarmente aperte”.

Sara Alonzi