Dopo essere stata negata alla Segre, Ezio Greggio rifiuta la cittadinanza onoraria di Biella: “Per rispetto ai miei valori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:58

“Il mio rispetto nei confronti della senatrice Liliana Segre, per tutto ciò che rappresenta, per la storia, i ricordi e il valore della memoria, mi spingono a fare un passo indietro e non poter accettare questa onorificenza che il Comune di Biella aveva pensato per me”.

“Non è una scelta contro nessuno ma una scelta a favore di qualcuno, anche per coerenza e rispetto a quelli che sono i miei valori, la storia della mia famiglia e a mio padre che ha trascorso diversi anni nei campi di concentramento“.

Con queste parole, riportate da Open, il noto volto tv Ezio Greggio ha rifiutato la cittadinanza onoraria concessagli dal comune di Biella, amministrata dalla Lega.

Erano state tantissime le polemiche per la scelta di assegnare l’onoreficenza al presentatore di Striscia La Notizia dopo averla negata alla senatrice a vita Liliana Segre, ultimamente al centro delle cronache per le minacce ricevute tramite social da subumani di vario tipo.

Ma è stato proprio l’assegnatario dell’onoreficenza (attribuitagli con le seguente motivazioni: “Si conferisce a Ezio Greggio il titolo di Cittadino Onorario per la popolarità televisiva come conduttore, giornalista, attore e regista; per il suo costante impegno attraverso l’associazione “Ezio Greggio per i bambini prematuri”; per aver contribuito a diffondere in Italia e nel mondo il nome di Biella”) a placarle.

Regalandoci, dopo tante risate, anche un magnifico esempio.