Migranti, Open Arms salva 73 persone alla deriva al Nord della Libia. Alcuni migranti hanno ferite da arma da fuoco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:13

La Ong spagnola Open Arms ha salvato 73 migranti alla deriva a Zawiya, nel Nord della Libia. Alcune persone hanno ferite da arma da fuoco, ustioni e ci sono casi di ipotermia.

L’Open Arms, la Ong spagnola in missione nel Mediterraneo, ha intercettato un’imbarcazione alla deriva a Zawiya, nel Nord della Libia, con a bordo 73 migranti, alcuni dei quali in condizioni abbastanza gravi. Alcuni dei migranti soccorsi hanno gravi ferite da arma da fuoco; inoltre, a bordo ci sono due bimbi molto piccoli a rischio ipotermia.

Questo il comunicato su Twitter della Ong: “Alcuni migranti riportano casi di shock traumatico, ustioni di secondo e terzo grado, ferite da armi da fuoco, ipotermia grave, disidratazione”.

L’Open Arms salva 73 migranti alla deriva al Nord della Libia. Ci sono alcune persone con gravi ferite da arma da fuoco

L’Open Arms è intervenuta nel salvataggio dei migranti, dopo essere stata contattata ieri da Alarm Phone a cui si erano rivolti i migranti scappati dal territorio libico. Continua l’emergenza nel Mediterraneo. Il caso della Open Arms fa seguito a quello della Ocean Viking, che ha a bordo 125 migranti e ieri ha effettuato un secondo soccorso con 30 persone. Sia l’Open Arms che l’Ocean Viking chiedono un porto sicuro per far sbarcare i migranti.