Prof minaccia aspiranti sardine: “Renderò la vostra vita un inferno”. Si prospetta la sospensione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:47

Professore minaccia sardine

Il professore leghista, che si dichiara apertamente razzista, ha minacciato di bocciatura chi tra i propri alunni volesse manifestare tra le sardine.

Professore minaccia di bocciare i partecipanti ad una data manifestazione: e non perchè così facendo mancherebbero ad una lezione, infatti la data per la protesta è fissata per domani, domenica 24 novembre. A dimostrazione del suo chiaro intento, attraverso il proprio profilo Facebook – adesso non più visibile – Giancarlo Talamini Bisi ha affermato che sarà in piazza a Fiorenzuola proprio per “beccare” qualcuno dei suoi studenti che decidesse di partecipare.  L’uomo ha anche un blog, sul quale esprime senza mezze misure le sue opinioni politiche e in data 12 settembre 2019 ha pubblicato un manifesto nel post titolato “Sono razzista” nella sezione “pensieri” del blog -pieno di contenuti inneggianti all’estrema destra e al fascismo. Il manifesto pubblicato continua poi con un chiaro “Sì, sono razzista e me ne vanto”.

Minaccia ritorsioni verso gli studenti che prenderanno parte alla protesta. Il Ministro all’Istruzione Fioramonti: “Condotta inammissibile”

Le parole del professor Giancarlo Talamini Bisi, docente di Italiano e Latino in una scuola del Piacentino, ci riportano ad un altra epoca che pensavamo ormai scomparsa, in cui aderire a manifestazioni era mal visto e “sconsigliato” con vari metodi.

Nel suo post il professore avvisa che il metodo a cui ricorrerà per punire i “trasgressori” sarà la bocciatura: “Cari studenti, se becco qualcuno di voi alla manifestazione delle sardine, da martedì cambiate aria, nelle mie materie renderò la vostra vita un inferno, vedrete il 6 col binocolo e passerete la prossima estate sui libri. Di idioti in classe non ne voglio. Sardina avvisata…”. Parole di fronte alle quali interviene il ministro dell’Istruzione Lorenzo Fioramonti: “A tutela dei diritti degli studenti e della stessa scuola ho attivato gli uffici del Miur per verificare i fatti e procedere con provvedimento immediato alla sospensione”.

Per il senatore Francesco Verducci, vicepresidente della commissione Cultura e istruzione del Senato, le parole del professore sono gravissime e indegne: “Vera e propria minaccia e intimidazione alla libertà di pensiero e di impegno civile e politico, che sono i capisaldi della nostra democrazia e della nostra Costituzione.”.

Andate alla manifestazione, dimostrate che avete spirito critico, che pensate con la vostra testa e che non vi piegate alle minacce“. Con questo invito Chiara Puccio, presidente del Coordinamento Uniattiva e primo promotore della mobilitazione delle Sardine a Palermo ha commentato il post pubblicato dal professore di Fiorenzuola. “Si commenta da solo – sottolinea – Non è altro che la diretta conseguenza di quel clima di odio che le Sardine hanno denunciato e che si manifesta anche in questa situazione. I docenti, la scuola, dovrebbero essere i primi a diffondere la cultura, i diritti, a ricordare che grazie ai nostri Padri abbiamo tutti il diritto di manifestare le nostre idee“.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!