Nuova violenta scossa nel Mediterraneo: sisma di 6 di magnitudo a largo di Creta viene avvertito anche in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:03

La terra trema ancora.

Dopo la violenta scossa che 28 ore fa ha colpito l’Albania causando morti e feriti, un altro sisma scuote il Mediterraneo.

Il sisma è avvenuto a largo di Creta (tra l’isola di Creta e l’isola di Citera, anche nota con il nome di Cerigo), in Grecia, ed ha avuto una magnitudo di 6 secondo il sito dell’INGV (anche se altre fonti parlano di una magnitudo superiore).

Nonostante la scossa abbia avuto l’ipocentro ad una profondità di oltre 60 chilometri, il sisma è stato avvertito con forza non solo nelle due isole elleniche ma anche nel resto dei paesi che affacciano sul Mediterraneo: dall’Italia all’Egitto passando per Malta.

Di seguito il punto esatto dove è stato localizzato l’epicentro del sisma.

Al momento non vengono segnalati danni a persone o cose.

La conferma è arrivata anche dal comandante dei vigili del fuoco di Creta Nikos Lagoudakis: “Finora non abbiamo notizie di danni, tuttavia i camion dei pompieri, poiché il focus del terremoto è stato tra Citera e Creta, si sono precipitati verso le zone costiere”, sono le parole riportate da news247.gr.

Terremoto Creta, per il professor Lekkas non c’è collegamento col sisma in Albania

Interpellato da una tv greca, il professore di geologia presso l’Università di Atene Efthimios Lekkas, uno dei massimi esperti di sismologia al mondo, tende ad escludere nuovi eventi sismici seguenti, considerando la profondità della scossa: “Abbiamo a che fare con un terremoto che non produce una ricca sequenza post-sismica”.

Il professor Lekkas ha inoltre smentito una possibile correlazione del terremoto a largo di creta con l’evento sismico avvenuto in Albania.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!