Paura nello Stretto di Messina, fumo intenso sul traghetto: salvati 22 passeggeri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:49

guardia costiera

Un intervento di soccorso urgente è stato messo in atto nel pomeriggio di oggi nello Stretto di Messina in seguito ad un principio di incendio che ha interessato un traghetto

Hanno vissuto minuti di paura e preoccupazione i passeggeri che si trovavano a bordo di un traghetto in servizio tra Reggio Calabria e Messina, proprio mentre si trovava nel bel mezzo dello Stretto. Si è sviluppato un principio di incendio mentre il natante si trovava a un miglio al largo di Catona. La partenza del traghetto è avvenuta intorno alle 15 da Tremestieri: a circà metà tragitto un’importante quantità di fumo ha iniziato ad uscire dalla sala macchine; per questo la nave si è immediatamente fermata ed il capitano ha allertato i soccorsi: la Capitaneria di porto di Reggio Calabria è intervenuta con due motovedette mentre il traghetto è stato portato in una rada ubicata tra Gallico e Catona. Successivamente è stata traghettata dalla Guardia Costiera al porto di Reggio Calabria.

Passeggeri tratti in salvo dalla Guardia Costiera

Secondo quanto riportato i passeggeri, allarmati, sarebbero stati spostati nel salone ristorante mentre l’equipaggio prendeva bombole di ossigeno. Il fumo ha rapidamente invaso i locali e dopo circa mezz’ora, quando sia le pareti che i pavimenti cominciavano a riscaldarsi, i passeggeri sarebbero stati trasferiti sull’imbarcazione della Guardia Costiera. La motovedetta ha recuperato in tutto 22 passeggeri, in seguito sbarcati nel porto di Reggio Calabria. All’origine del principio di incendio vi sarebbe un’avaria tecnica: dopo aver fatto scendere i camion a bordo, i vigili del fuoco sono saliti sul traghetto per un intervento non facile atto a determinare le cause di quanto accaduto nella sala macchine.