Conte querela Salvini per calunnia: “Se è un uomo d’onore non usi l’immunità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:19

Conte querela Salvini

Conte riferirà in Parlamento lunedì per spazzare via le menzogne sul Mes e si prepara a querelare Salvini.

“Lunedì sarò in Parlamento, in modo trasparente, a riferire tutte le circostanze. E spazzerò via mezze ricostruzioni, menzogne, mistificazioni”. Queste le parole del presidente Giuseppe Conte, in risposta a Matteo Salvini che aveva accusato il governo di “attentato ai danni degli italiani” aggiungendo come i propri avvocati stessero studiando un ipotetico esposto ai danni del Governo e dello stesso Conte.

Il presidente Conte chiede a Salvini di assumersi la responsabilità delle proprie dichiarazioni facendo un esposto relativo alle proprie accuse.

Oltre che in parlamento, Conte riferirà alla Camera

Giovedì 4 dicembre a Montecitorio i deputati e i senatori del M5s incontreranno Luigi Di Maio per discutere del che è al centro della polemica tra Salvini e Conte.  Il premier riferirà invece alla Camera il due dicembre alle 13: “Il primo momento utile è lunedì, come sempre sarò in Parlamento, in modo trasparente, a riferire tutte le circostanze”.

Giuseppe Conte si è dichiarato pronto a querelare Salvini: “Chi oggi si sbraccia a fare dichiarazioni altisonanti e minaccia, a Salvini se e un uomo d’onore dico questo: vada in Procura a fare l’esposto. Vorrei chiarire agli italiani che non ho l’immunita’ perche’ non sono parlamentare. Lui ce l’ha e ne ha gia’ approfittato per il caso Diciotti. Adesso veda questa volta, perche’ lo querelero’ per calunnia, di non approfittarne piu'”. Queste le dichiarazioni del presidente del Consiglio ad Accra.