Omicidio di Luca Sacchi, la fidanzata ucraina del ragazzo potrebbe essere clamorosamente indagata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:58

Il settimanale ‘Giallo’ ha lanciato una vera e propria bomba sull’omicidio di Luca Sacchi avvenuto il 23 ottobre scorso a Roma: la fidanzata ucraina Anastasya Kylemnik potrebbe essere iscritta nel registro degli indagati.

Sono notevoli i dubbi sull’omicidio di Luca Sacchi avvenuto a Roma il 23 ottobre scorso. Il personal trainer fu ammazzato con un colpo di pistola dopo essere stato colpito pesantemente da una mazza da baseball nel quartiere Appio Latino. Ma ciò che non ancora è chiaro è il movente.

Secondo gli investigatori non c’è nessun dubbio sulle cause del delitto, e cioè che esso sia avvenuto in conseguenza di una guerra fra bande di pusher a Roma.

La sera dell’omicidio Luca Sacchi e la fidanzata ucraina Anastasya Kylemnik stavano passeggiando, quando Valerio del Grosso e Paolo Prino si sono resi protagonisti del vile agguato. E se la fidanzata fosse complice? Questa è l’indiscrezione riportata dal settimanale ‘Giallo’, che farebbe passare da parte lesa a indagata la ragazza di 25 anni.

Omicidio di Luca Sacchi: il settimanale ‘Giallo’ lancia l’indiscrezione che la fidanzata ucraina possa essere indagata

I genitori di Luca Sacchi e i loro avvocati hanno deciso di chiedere un prelievo del campione del Dna della fidanzata per compararlo con quello trovati sulla mazza da baseball. Ciò che non convince sono state le dichiarazioni della ragazza dopo l’omicidio, che aveva asserito di essere stata salvata da Luca, il quale successivamente è stato ucciso.

La mancanza di qualsiasi segno di colluttazione sul corpo della ragazza ha fatto scattare questa ipotesi nei legali dei genitori di Luca Sacchi.

L’indiscrezione del settimanale ‘Giallo’ non è ancora stata confermata dagli inquirenti, ma  nelle prossime ore tutto potrà accadere.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!