Uccidono moglie e compagna: altri due femminicidi tra Brescia e Chieti. Ci sono tre vittime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:59

Ha ucciso la compagna, a Brescia, prima di togliersi la vita. Un altro uomo ha ucciso la moglie, a Chieti, dopo una violenta lite. Tre vittime e altri due femminicidi, oggi, in Italia

In poche ore, tra Brescia (Lombardia) e Chieti (Abruzzo), si sono consumati altri due delitti contro le donne. Un uomo, che si sarebbe poi tolto la vita, avrebbe ucciso la compagna a Brescia: i loro corpi sono stati rinvenuti qualche ora fa uno in un parco pubblico e l’altro nella campagna della provincia. A molti km di distanza, a Chieti, un altro uomo ha ucciso la moglie a colpi di pietre. I due avevano appena avuto un violento litigio.

Femminicidio a Brescia, si parla di omicidio-suicidio: un uomo avrebbe ucciso la sua compagna e poi si sarebbe impiccato

Appartenevano a Moustafa El Chani, un uomo marocchino di 32 anni, e a Mara Facchetti, una donna italiana di 46 anni, i due corpi che gli inquirenti hanno trovato senza vita, oggi, nel bresciano. Ad Azzano Mella si è consumato quello che gli inquirenti pensano possano essere identificato come un caso di omicidio-suicidio. L’uomo avrebbe prima ucciso la compagna, abbandonando il suo corpo nelle campagne. Poi si sarebbe suicidato, impiccandosi in un parco pubblico. Qui è stato ritrovato da un ingegnere che vi si era recato per compiere un sopralluogo di lavoro. L’uomo ha dato quindi l’allarme, chiamando i Carabinieri, così come hanno fatto alcune persone residenti ad Azzano che avevano notato un’automobile recante tracce di sangue.

Entrambe le vittime risiedevano a Brandico, un centro non distante dal luogo del ritrovamento dei cadaveri. Secondo quanto riporta Il Messaggero, Mara Faccehetti sarebbe stata uccisa a botte dal compagno. Il 32enne, in precedenza aveva annunciato- con un messaggio scritto su Facebook a un’amica– di voler uccidere la donna.

Femminicidio a Chieti, una violenta lite nel corso di una passeggiata: così è stata uccisa una donna di 65 anni

La stessa sorte che è toccata a Mara Facchetti è toccata anche a un’altra donna di 65 anni residente in provincia di Chieti, a Torino di Sangro. Al culmine di una violenta lite che la signora ha intrattenuto con il marito 68enne, l’uomo ha iniziato a picchiarla a morte e forse l’ha anche colpita utilizzando delle pietre. Il delitto si è consumato nelle campagne che circondano il centro abruzzese Torino di Sangro. Sempre secondo quanto riporta Il Messaggero, l’uomo è stato fermato e trasferito in caserma. Da una prima ricostruzione dei fatti è emerso che la coppia stava facendo una passeggiata quando è scoppiato il litigio fatale. Adesso i Carabinieri della Compagnia di Ortona indagano.

Maria Mento

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!