Attacco mortale di due delfini dal “naso a bottiglia”: bimba di 10 anni rischia la vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:40

Una bimba inglese di 10 anni, Lexi Yeo, ha riportato gravi ferite e contusioni in seguito a un attacco da parte di due delfini tursiopi mentre era in vacanza con la famiglia a Cancun, famosissima località della penisola dello Yucatan, in Messico.

A riportare la notizia è il britannico Daily Star, secondo cui l’attacco sarebbe avvenuto in acqua, quando i due cetacei dal “naso a bottiglia”, davanti agli occhi esterrefatti della madre, Laura-Jane Yeo – 40enne di Barkingside, East London -, hanno attaccato la bambina tentando di trascinarla sul fondo, col rischio di farla annegare.

Non sono serviti i richiami degli addestratori per fermare lo spaventoso attacco da parte dei due grossi mammiferi

Gli attacchi da parte dei delfini sono estremamente rari. In questo caso, hanno spiegato gli addestratori, i due animali erano agitati per via delle cattive condizioni del mare o dell'”eccitazione” del delfino maschio che non avrebbe dovuto trovarsi, in quel momento, nel recinto.

La madre di Lexi, una puericultrice, lo scorso mese aveva riferito al quotidiano The Sun della agghiacciante vicenda, e criticato il comportamento della compagnia che aveva organizzato la vacanza, la TUI, che non ha scritto un bigliettino di scuse, né inviato fiori o regalato un orsetto alla bambina in segno di scusa, e che ancora permette ai turisti di nuotare in mezzo ad animali potenzialmente pericolosi.