Rocco Casalino si vuole “candidare”. Il governo “Conte bis” è ai titoli di coda?

rocco casalino governo conteIl governo “Conte bis” non sembra destinato a durare a lungo, e c’è chi si sta già organizzando. 

L’intesa tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle (con l’aggiunta di Liberi e Uguali) che ha portato alla nascita del nuovo governo “giallorosso” dopo la caduta del primo governo Conte sembra già totalmente raffreddata, tanto che si vocifera una possibile caduta nel giro di pochi mesi (in primavera?).

In un’intervista rilasciata a Sette, il supplemento del Corriere della Sera, Rocco Casalino ha parlato del difficile momento che sta attraversando la maggioranza. L’ex gieffino, oggi portavoce del premier Conte, si è detto convinto che sia ancora possibile ricreare un clima di squadra, ma al tempo stesso ha confessato di guardare già al futuro.

Casalino, per PD e M5S è pronto il partito di Conte

“Mi auguro che il governo duri… non escludo di candidarmi, nel Movimento sentono la mia mancanza”, le parole di Casalino, che non sono affatto piaciute ai vertici del Movimento: per i pentastellati si tratta di un ulteriore indizio della possibile nascita di un partito di Conte.

“Ho la capacità di prevedere dove va l’opinione pubblica e cosa succederà”, ha poi detto Casalino a Sette. Parole che anche dal PD vengono interpretate come un’autoiscrizione al partito dell’attuale Presidente del Consiglio: ci si sta già preparando a “staccare la spina”?