Mario Giordano, Luciano Casamonica ospite nel programma condotto dal giornalista: è bufera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10

 

Ieri sera, “Fuori dal coro” (programma di Rete4 condotto da Mario Giordano) ha ospitato uno dei Casamonica. L’uomo ha chiesto un risarcimento per le ville abusive della sua famiglia che lo Stato ha abbattuto ed è scoppiata la polemica

Piovono polemiche su Mario Giordano all’indomani della messa in onda della puntata di “Fuori dal Coro, il programma che il giornalista conduce su Rete4, per la presenza di un membro della famiglia Casamonica in studio. Si tratta di Luciano Casamonica, che era già stato in televisione sulla rete ammiraglia della Rai (con “Porta a Porta”) e ancora su Rete4 come ospite di Paolo del Debbio a “Dritto e rovescio”. Luciano Casamonica e la sua famiglia hanno intenzione di chiedere un risarcimento economico pari a 10 milioni di euro che la sua famiglia chiederà allo Stato per la vicenda delle ville abusive di loro proprietà che sono state abbattute a Roma, in zona Quadraro, in un blitz compiuto il 20 novembre 2018.

Mario Giordano ospita Luciano Casamonica, l’attacco alle “Sardine”: “C’è mancanza di idee e  paura di confrontarsi”

Ieri sera, nel salotto di “Fuori dal coro”, il giornalista e conduttore Mario Giordano ha parlato del Movimento delle Sardine e ha poi ospitato Luciano Casamonica, la cui famiglia (nel 2018) si è vista abbattere delle ville abusive nella zona romana di Quadraro. Giordano ha parlato delle Sardine, che sono nate come movimento di opposizione alle politiche sovraniste della destra in Italia, attaccandole e sottolineando il fatto che il Movimento non abbia alcuna idea politica e che rifiuti di presentarsi nelle trasmissioni sovraniste di Mediaset.

Abbiamo un grande bisogno di idee Ce. n’è un gran bisogno, la democrazia è quella: sardine, dite cosa pensate, quali idee avete, quali proposte avete. Siate positivi. E una volta che avete manifestato le vostre idee non avete paura del confronto. Vedete: la mancanza di idee e la paura di confrontarsi sulle idee è una cosa che mi puzza un po’. È l’unica cosa che mi puzza un po’”, ha chiosato Giordano. Ma a tenere banco è stata ed è ancora la più che discussa presenza in studio di Luciano Casamonica,

Mario Giordano ospita Luciano Casamonica, Virginia Raggi e Nicola Morra contro la sua presenza in studio

Contro l’ospitata di Rete4 e la presenza televisiva di Luciano Casamonica si sono schierati Virginia Raggi, sindaco di Roma, e Nicola Morra, Presidente della Commissione parlamentare Antimafia. Nei giorni scorsi Luciano Casamonica si è mosso utilizzando le vie legali e inviando, tramite il suo avvocato, una lettera di diffida indirizzata a Virginia Raggi. L’argomento della lettera è il maxi-risarcimento di 10 milioni di euro che lui e la sua famiglia hanno intenzione di chiedere allo Stato per quanto accaduto nella faccenda delle ville, cioè l’abbattimento degli immobili avvenuto “senza preavviso”, oltre al danno d’immagine che i Casamonica lamentano di aver subito a causa dell’esposizione mediatica.

Ancora prima che la puntata andasse in onda, Nicola Morra (M5S, Commissione parlamentare Antimafia) aveva espresso la sua contrarietà: “È incomprensibile il motivo per il quale si debba dare voce a chi ha saccheggiato e sfruttato un’intera città, agendo con violenza e prevaricazione. Voglio stigmatizzare questa comparsata che, se anche con le migliori intenzioni, non spiega la presenza di tale soggetto se non per meri motivi di share. Ho sempre difeso il diritto all’informazione e quindi mi auguro che vengano poste le giuste domande, che ci sia un reale contraddittorio, ma soprattutto la voce delle vittime”.

I Casamonica sono esponenti criminali, invitare i loro parenti che invece di dissociarsi li difendono, anzi chiedono i danni al comune di Roma per l’abbattimento delle loro ville abusive, significa abbassare pericolosamente la guardia. Non si può accettare che la mafia sia avanspettacolo”, ha aggiunto ancora il parlamentare. Le sue parole sono state accettate da Virginia Raggi, che lo ha ringraziato su Twitter:

Ospitare in tv un membro della famiglia Casamonica è una vergogna. Ringrazio il presidente della commissione antimafia Nicola Morra per le sue parole. Le istituzioni unite a testa alta nella loro battaglia per la legalità. Fuori la mafia da Roma”.

Come ricorda Il Fatto Quotidiano, il 30 aprile del 2019 la Corte di Cassazione aveva sentenziato- in riferimento al clan Casamonica- che si tratta di “un’associazione di stampo mafioso” ex art. 416 bis del codice penale.

Maria Mento