Uccide tre persone, si accoppia con un cadavere e violenta una bimba: arrestato mostro di 38 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:54

Un uomo colpevole di triplice omicidio, necrofilia e violenza sessuale ai danni di una bambina di appena 10 anni è stato arrestato nell’Uttar Pradesh.

Una violenza disumana, accoppiata alla totale assenza di empatia e ad una componente di macabra perversione connotano i crimini che un 38enne indiano ha compiuto ai danni di una famiglia. L’uomo si è introdotto a casa delle sue vittime, ha ucciso il padre con un colpo di sasso in testa, quindi si è scagliato con violenza sulla madre. La donna ha opposto resistenza all’aggressore e lui ha deciso di ucciderla per evitare che continuasse a dimenarsi e urlare.

Non contento, l’uomo ha ucciso anche il figlio di appena 4 mesi. A quel punto si è diretto nuovamente verso la madre ed ha cominciato a fare sesso con il suo cadavere. Completata la macabra pratica, l’uomo si è diretto verso la figlia di 10 anni della coppia, l’ha aggredita e stuprata. Pare anche che abbia fatto delle foto per mostrare alla cognata il momento in cui faceva sesso con il cadavere.

Arrestato il mostro che ha sterminato e fatto scempio della famiglia indiana

Il massacro della famiglia è stato compiuto nell’Uttar Pradesh, regione situata nel nord dell’India. La polizia locale ha individuato quasi immediatamente il colpevole, un uomo di 38 anni che ha ammesso i reati commessi durante un interrogatorio. Non è chiaro se avesse già pianificato di massacrare quella famiglia o se la sua violenza si è abbattuta casualmente su di essi. Ciò che appare certo è che il “Maniaco necrofilo“, come è stato apostrofato in India, si era preparato a compiere quello scempio. Agli agenti ha spiegato di aver preso una droga stimolante per aumentare le proprie prestazioni sessuali e preparato i preservativi per l’occasione. Non ancora chiaro il ruolo della cognata a cui ha mostrato le foto del massacro e del dileggio del cadavere.