Domenica Live, Paola Caruso su Moreno Merlo: “Risolveremo tutto in tribunale”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30

Ospite a “Domenica Live”, Paola Caruso ha risposto alle dichiarazioni rilasciate dall’ex Moreno Merlo, settimana scorsa, a Barbara D’Urso.

Questo pomeriggio, Paola Caruso è stata nuovamente ospite a “Domenica Live”. La ex Bonas di “Avanti Un altro” ha risposto alle dichiarazioni rilasciate la scorsa settimana dall’ex Moreno Merlo a Barbara D’Urso. Il ragazzo ha raccontato di essere stato aggredito da lei (ve ne abbiamo parlato qui). A tal proposito, Paola ha mostrato una denuncia da lei sporta in data 21 novembre. Paola ha denunciato Moreno perchè, come da lei già raccontato, l’ex l’avrebbe registrata. Ma non è tutto, dato che la showgirl calabrese ha anche mostrato un referto dell’ospedale in cui lei avrebbe avuto un occhio nero per trauma contusivo:

“Lui ha chiamato l’ambulanza, non la polizia. Ho anche io il foglio dell’ambulanza. Loro volevano portarmi in ospedale ma io ho rifiutato perché avevo Michele. C’è scritto, nel suo certificato, nulla in anamnesi, nulla da riscontrare. Io ho un referto dell’ospedale”.

Paola Caruso: “Moreno Merlo non ha le prove delle sue accuse”

Durante il suo intervento in studio, Paola ha smontato, una per una, le accuse dell’ex:

“Il giorno dopo lui è venuto sotto casa mia, a mezzogiorno. Era venuto a prendersi i suoi vestiti. Non aveva nessun segno in faccia, niente. Le fatture che ho portano dimostrano che io ho pagato la palestra, ho dovuto pagare le sue lezioni. Ogni foto che abbiamo su Instagram, cene, Spa… tutte pagate da me. Il mio estratto conto. (…) Per una questione di delicatezza non avevo messo in mezzo la madre. Lei ci teneva a conoscermi. La madre ci è rimasta male per questo: c’era il battesimo di Michele, andiamo a fare shopping insieme. Arriviamo alla cassa, mi fa “Non ho la carta di credito…” Ho pagato una cifra ingente di vestiti della madre. Non ha detto niente a Moreno. Arriva il battesimo, io e lui prendiamo i vestiti in un negozio importante di Milano. La madre, non le bastava quel vestito, voleva un abito più importante. Ho scritto per uno sconto, a nome suo. Non riusciamo ad andare in quel negozio, sabato. E vedo che lei si offende. Ma pensava che andassi a comprare il vestito a lei? Ho pagato abiti per la madre, come fosse tutto dovuto, scontato. Era tutto dovuto”.

Infine, Paola si è detta intenzionata a risolvere la diatriba con Moreno in tribunale:

“Se ho un brutto carattere alzi e te ne vai a settembre, non te ne stai fino a novembre. Ci vedremo in tribunale, è la sede giusta per risolvere i nostri problemi”.

Maria Rita Gagliardi