La terra trema ancora: scossa di magnitudo 4.5 causa danni a edifici e semina il panico

Una forte scossa di terremoto è stata registrata alle 4:37 di questa mattina, a 4 km di profondità, nella zona nord di Firenze.

Il sisma, di magnitudo 4.5, è stato registrato nella zona a nord del capoluogo toscano, nei comuni di Scarperia e San Piero a Sieve. Ancora prima, dalle dalle 3:38 alle 3:55, vi erano stati almeno altre cinque scosse , di minore intensità, l’ultima delle quali è stata registrata alle 5:29.

Una ulteriore scossa è stata registrata alle 4:42 anche a Barberino del Mugello.

I movimenti tellurici hanno causato danni ad alcuni edifici e sono state migliaia le persone che si sono riversate in strada in preda al panico.

Gli abitanti del luogo, precipitatisi in strada, hanno preso d’assalto numerosi bar o si sono sistemati in auto per ripararsi dalla pioggia. Molti di loro non intendono rientrare in casa, almeno fino a nuovo ordine.

La Protezione Civile sta monitorando la situazione e vigili del fuoco stanno verificando lo stato degli edifici, anche per la caduta di alcuni calcinacci.

La scossa più forte è stata avvertita distintamente anche a Firenze e Pistoia.

Oggi scuole e asili comunali resteranno chiusi in numerosi comuni del Mugello, a Borgo San Lorenzo, Marradi, Barberino e Vicchio e anche i treni resteranno fermi.