Maurizio Landini attacca il governo: “Basta parole, ora i fatti. Non abbiamo più tempo da perdere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:29

Il segretario della Cgil, Maurizio Landini, duro contro l’immobilità del governo: “O si lavora tutti insieme o non si va da nessuna parte”.

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ha attaccato pesantemente l’attuale governo, colpevole secondo lui di essere poco concreto. Queste le parole rilasciate nel corso della manifestazione organizzata dai sindacati sulle crisi aziendali: “Basta parole, ora i fatti. Non abbiamo più tempo da perdere per ricostruire la fiducia e ridare voce ai giovani che mi sembra si siano ripresi la piazza. Ma o si lavora tutti insieme o non si va da nessuna parte”.

Sul palco della manifestazione, Landini ha continuato: “Il mondo del lavoro unito chiede il cambiamento del Paese: si mettano in testa che non si cambia senza e contro i lavoratori. Noi non abbiamo paura, non ci rassegniamo e andiamo avanti finché non otteniamo risultati. Uniti ce la possiamo fare”.

Landini duro contro il governo: “Basta parole, non abbiamo più tempo da perdere ora”

Nei giorni scorsi il premier Conte si era detto ampiamente favorevole al patto sociale proposto da Landini. Ma il segretario della Cgil ora vuole che i tempi si velocizzino.

Oltre a Landini, anche la segretaria della Cisl Annamaria Furlan si è resa portavoce di messaggi simili: “Noi non vogliamo lasciare per terra nessun lavoratore e nessuna lavoratrice. Da Alitalia all’Ilva vogliamo esuberi zero e piani industriali seri e importanti che diano prospettive. Non ci bastano cambiamenti di modi: non abbiamo bisogno di gentilezza ma di risposte. In un anno non è cambiato nulla”.