Il cadavere di un uomo dentro lo stomaco dell’alligatore. Ma è morto per un altro motivo

michael ford alligatoreAll’interno dello stomaco di un grosso alligatore sono state rinvenute parti del cadavere di un essere umano. 

Il corpo senza vita del 45enne Michael Ford è stato trovato a faccia in giù in un canale sul terreno della miniera di fosfato Mosaic in Florida, e precisamente nella contea di Polk. Il ritrovamento è avvenuto lo scorso 27 giugno.

La Florida Fish and Wildlife Commission ha provveduto poi a intrappolare e uccidere un alligatore che si trovava nelle vicinanze, dopo aver scoperto che l’animale aveva in bocca alcune parti del corpo umano del 45enne.

Secondo la Commissione, l’alligatore era lungo oltre tre metri e mezzo e pesava poco più di 200 chili. L’autopsia effettuata sul grosso rettile ha confermato che la mano e il piede rinvenuti nel suo stomaco erano proprio di Michael Ford.

L’uomo è morto per “intossicazione da metanfetamina”

L’ufficio dello sceriffo della contea di Polk ha riferito che l’alligatore si è cibato del corpo del 45enne quando probabilmente l’uomo era già deceduto. Ford era stato precedentemente condannato per possesso di metanfetamina nel 2018, ed è stato arrestato per furto con scasso solo 10 giorni prima di morire.

Le autorità non sono riuscite a trovare i suoi vestiti. La sua auto era parcheggiata nelle vicinanze del luogo del ritrovamento. L’ufficio del medico legale della Contea ha confermato che Ford è morto per “intossicazione da metanfetamina”, come riportato anche dal Mail Online e dal Daily Star Online.