Stefano Cucchi: due carabinieri imputati chiedono di costituirsi parte civile – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:22

Processo Stefano Cucchi, Massimiliano Colombo Labriola e Francesco Di Sano, i due carabinieri imputati, chiedono di costituirsi parte civile 

Nuovo colpo di scena al processo di Stefano Cucchi. Massimiliano Colombo Labriola e Francesco Di Sano, i due carabinieri imputati, chiedono di costituirsi parte civile.

Queste le parole dei due carabinieri imputati, riportate dall’avvocato Giorgio Carta: “Non sapevamo del pestaggio. Dopo i Cucchi, le vittime siamo noi. C’è stata una strana insistenza nel chiederci di eseguire quelle modifiche che all’epoca non capivamo. Oggi sappiamo tutto e per questo abbiamo deciso di costituirci parte civile. Non siamo nella stessa linea gerarchica, l’abbiamo subita, erano ordini”. 

La Procura li ha accusati di aver depistato l’inchiesta sul pestaggio in caserma di Cucchi. Uno dei legali degli imputati ha fatto sapere che “L’ordine fu dato da chi insistendo sulla modifica sapeva qualcosa di piu’. Labriola e Di Sano hanno subito un danno di immagine, da questo punto di vista siamo nella stessa posizione degli agenti di polizia penitenziaria”.

E ancora: “Chiediamo di poter citare come responsabile civile il ministero della Difesa in quanto organo di riferimento dell’Arma dei carabinieri”.

Sara Fonte

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!