2020 sarà anno bisestile: ma come sono andati gli anni precedenti?

Credenza diffusa vuole che gli anni bisestili, come il 2020, siano anni nefasti: vediamo come sono andati i precedenti per capire se è davvero così.

Siamo giunti alla conclusione di un altro anno. Il 2019 è stato un anno denso di eventi di vario genere. In Italia ad esempio abbiamo assistito alla lotta sull’accoglienza dei migranti, alla crisi di governo, ma anche al risveglio delle giovani coscienze in tema ambientalista o in campo sportivo alla storica qualificazione dell’Atalanta agli ottavi di Champions. Se si possa definire un anno positivo o negativo è difficile da giudicare per i contemporanei e bisognerà attendere il giudizio dei posteri.

Dopo i festeggiamenti familiari e religiosi del 24/25 sarà tempo di dedicarsi agli amici e festeggiare insieme a loro l’arrivo del 2020. Anno che si presenta pieno di incognite, come tutti, ma anche di speranze. Certo c’è da considerare che per credenza diffusa possa essere un anno particolarmente nefasto, in quanto anno bisestile. Andiamo dunque a vedere come si sono svolti i precedenti anni bisestili di questo inizio millennio per capire se questa convinzione sia basata su dei fatti concreti oppure no.

2020, gli anni bisestili dal 2000: quali sono stati i principali eventi

A sfatare il mito della cattiva stella degli anni bisestili probabilmente basterebbe ricordare che prima del 2000 c’era la “paura” del Millennium bag, quel virus che avrebbe mandato in tilt tutti i sistemi informatici e lasciato partire le testate nucleari condannando l’umanità. Eppure siamo tutti qui. Nel primo anno di questo secolo ci sono state alcuni eventi naturali nefasti, come l’alluvione in Piemonte e Valle d’Aosta. Fuori dall’Italia ci sono stati due grossi incidenti, quello del concorde in Francia (113 vittime) e del sottomarino russo. C’è però da ricordare la beatificazione di Giovanni XXIII e la scoperta del primo scheletro completo di un australopiteco.

Il 2004 è stato un anno con più eventi negativi rispetto al precedente bisestile, che riguardano principalmente vittime di incidenti e attacchi terroristici. In tal senso da ricordare la bomba esplosa in Afghanistan e la follia in Arabia Saudita, dove 240 persone sono morte durante il pellegrinaggio a La Mecca. Ma anche gli attentati in Spagna (191 vittime), e disastri naturali in varie zone del mondo. Di positivo? la rivoluzione social ha inizio, visto che Zuckerberg crea Facebook.

Il 2008 si presenta come un anno ricco di accadimenti, alcuni dei quali negativi, tra questi attentati e scoppio di guerre in varie parti del terzo mondo. Non si registra però nessun evento catastrofico (inteso come di grosse proporzioni con un numero ingente di vittime). Di positivo c’è la scoperta dell’acqua su Marte e vengono fotografati per la prima volta gli exoplanet.

Nel 2012 l’ennesima predizione della fine del mondo viene sfatata, questa giungeva direttamente dal calendario Maya, ma l’unica conseguenza negativa è stata l’uscita al cinema di 2012. Anche in questo caso ci sono diversi eventi negativi da ricordare, in Italia ad esempio naufraga la Costa Concordia e muoiono diverse persone. In questo caso nulla di estremamente positivo o eclatante né a livello sociale né di costume.

Infine il 2016 che inizia con la morte misteriosa di Giulio Regeni in Egitto, continua con gli attentati a Bruxelles, Orlando e Nizza, seguiti dal terremoto in centro Italia che causa oltre 300 morti. A questi eventi negativi va aggiunto anche l’attentato a Berlino in periodo natalizio. Tra quelli ripercorsi questo è stato forse l’anno con il maggior numero di eventi negativi. Ciò nonostante numeri di morti simili le si possono trovare anche in anni non bisestili, dunque non c’è motivo di pensare che il prossimo anno sia particolarmente negativo.