Anti-Flag, a gennaio nuovo album e tappa in Italia. Pubblicati i primi tre singoli

anti flag punk rock italia trump“L’odio conquista tutto”. Come sempre, il messaggio lanciato dagli Anti-Flag è netto, diretto, senza giri di parole.

La band di Pittsburgh, vero punto di riferimento in tutto il mondo per gli amanti del punk-rock, ha già rilasciato i primi tre singoli di “20/20 Vision”, il nuovo album che uscirà il prossimo 17 gennaio.

Esattamente tre giorni prima, la formazione capitanata da Justin Sane (voce e chitarra) e Chris Barker (detto Chris #2, seconda voce e basso) sarà di scena all’HT Factory di Seregno (qui l’evento Facebook), lo stesso luogo dove lo scorso 14 maggio gli Anti-Flag hanno offerto l’ennesimo indimenticabile spettacolo ai fan italiani, sempre molto calorosi (e numerosi) nei confronti della band proveniente dalla Pennsylvania.

Justin e Chris, assieme a Chris Head (chitarra) e Pat Thetic (batteria), hanno voluto chiarirlo fin da subito: “20/20 Vision” è un album profondamente politico, come d’altronde nello stile storico del quartetto punk-rock.

Il bersaglio degli Anti-Flag è ancora una volta Donald Trump 

Gli Anti-Flag tornano su tematiche molto care, come l’antirazzismo, l’antifascismo, il contrasto all’omofobia e più in generale a quell’odio che sembra ormai diffondersi come un’onda nera. Nel mirino degli Anti-Flag finisce ancora una volta il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ma il gruppo di Pittsburgh si rivolge anche a tutti quei governanti che mettono in atto politiche inique, discriminatorie e vessatorie in ogni angolo del pianeta.

Qualche settimana fa gli Anti-Flag hanno pubblicato anche il terzo singolo di “20/20 Vision”. La canzone si chiama “Unbreakable” ed è stata scritta da Justin Sane nel periodo in cui sua madre ha combattuto contro il cancro.

anti flag punk rock trump italia

“All’epoca non mi ero reso conto che stavo scrivendo una canzone su di me – ha detto Sane in una recente intervista a Billboard – Quando ho ‘portato’ la canzone nella band, i ragazzi si sono mostrati molto sensibili e sono riusciti anche a vedere alcune cose a cui io stesso non avevo fatto caso. Penso che questo brano possa essere una fonte di ispirazione per tutte quelle persone che stanno affrontando battaglie molto difficili, come ad esempio la perdita di una persona cara o la depressione. Allo stesso tempo, ‘Unbreakable’ potrebbe essere d’ispirazione per un movimento o per un gruppo di persone che lavorano insieme”.

“Oggi come oggi – aggiunge il frontman – molte persone sono sfiduciate, senza speranza. La società va a rotoli, ma questa canzone vuole essere un’ispirazione per le persone, un invito a non arrendersi e a continuare a lottare”.

Anti-Flag, il bassista Chris Barker ha origini abruzzesi

Il video di Unbreakable è stato realizzato assieme alla “Critics Company”, un gruppo di adolescenti nigeriani che realizza cortometraggi di fantascienza con i propri smartphone. “È stato interessante vedere questi ragazzi, appartenenti ad una cultura totalmente diversa dalla nostra, e rendersi conto di come somiglino così tanto a noi stessi quando eravamo più giovani, agli inizi della nostra carriera, mossi da un’incredibile passione”, le parole di Justin Sane riportate da “Billboard”.

anti flag italia

Gli Anti-Flag sono quindi pronti a portare in giro per il mondo il loro messaggio, carico di rabbia ma al tempo stesso di speranza. Lo faranno anche qui in Italia, che è oltretutto una terra molto cara al bassista Chris Barker: i suoi antenati sono emigrati da Pacentro (L’Aquila) a Pittsburgh, tanti anni fa, e nel 2018 il membro della band punk-rock ha visitato il paesino abruzzese proprio per andare alla scoperta delle sue radici. Con la promessa di tornarci molto presto…

DETTAGLI
14 GENNAIO 2019 | ANTI-FLAG | HT FACTORY, SEREGNO (MI)
Ingresso in prevendita: 15 + ddp
Ingresso in cassa: 18
Prevendite disponibili su Mailticket, a questo link