Coppia di amici rapinata a Milano, una delle vittime è il designer Massimo Nocerino

Massimo Nocerino, designer italiano molto famoso a Los Angeles, è stato aggredito e rapinato a Milano mentre era in compagnia di un’amica. L’uomo era rientrato per le vacanze

 Massimo Nocerino è un designer di moda italiano che quando aveva circa 30 anni si è trasferito negli States. A Los Angeles, dove vive da 20 anni, l’uomo ha ottenuto un grande successo professionale e ha avuto l’occasione di lavorare su costumi di scena di artisti famosissimi, come Bill Duffy (chitarrista dei Cult) e Mickey Rourke. Tornato in Italia per le vacanze di Natale, il professionista 53enne ha vissuto una spiacevolissima disavventura nella sua città d’origine: Milano. Qui, mentre si trovava in compagnia di un’amica, è stato aggredito e rapinato da un gruppo di teppisti.

Massimo Nocerino aggredito e rapinato a Milano, portati via sigarette e cellulare: il racconto del 53enne

Un’aggressione, a scopo di rapina, si è consumata a Milano nella tarda notte del 29 dicembre 2019. Le persone aggredite sono Massimo Nocerino, un designer di moda milanese molto noto tra i vip a Los Angeles, e una sua amica. I due si trovavano in Corso Como quando, intorno alle ore 04:00 del mattino, sono stati accerchiati da un gruppo composto da trenta persone nordafricane.

Massimo Nocerino e la donna erano scesi da una vettura di Uber e si stavano apprestando a raggiungere uno dei locali della via, probabilmente per concludere la serata con un’ultima bevuta, quando si sono visti circondare. Come riporta il Corriere della Sera (sezione Milano), l’amica di Nocerino sarebbe riuscita a divincolarsi, mentre l’uomo ha subito una rapina da parte di 7 o 8 giovani di età compresa tra i 20 e i 28 anni. Non ci sono state né minacce né percosse fisiche. Questo tipo di aggressioni vengono compiute con un preciso modus operandi: la vittima viene accerchiata e i suoi aggressori le parlano, la toccano, la distraggono. Mentre si mette in atto questa tecnica, qualcuno pota via gli effetti personali della persona circondata. Così Nocerino si è accorto che gli erano stati sottratti il telefono cellulare e un pacchetto di sigarette.

Massimo Nocerino aggredito e rapinato a Milano, il designer ha sporto denuncia

Appena si sono dileguati, mi sono accorto che mi mancava il telefonino: per riaverlo, ho offerto del denaro agli altri del gruppo, amici di quelli che mi avevano appena derubato. Hanno provato a portarmi in una via buia e nascosta dietro corso Como per contrattare: sono scappato, perché intuivo che mi avrebbero fregato il portafogli e tutto il resto”, ha raccontato il designer.

L’uomo è stato accompagnato a sporgere denuncia dalla sorella Simona Nocerino, portavoce del M5S al Senato. La donna lo sta ospitando in casa sua per queste festività natalizie, ma il 53enne non vede l’ora di rientrare- a gennaio- a Los Angeles: “A Los Angeles non solo non mi è mai successa una cosa del genere, ma sarebbe anche impensabile”.

Maria Mento