Agguato con sparatoria, ucciso un uomo di 53 anni. I politici invocano l’intervento della Lamorgese

La vittima, il 53enne Roberto D’Angelo, è stato sorpreso dai suoi assassini mentre si trovava in automobile.  L’uomo  stato freddato a colpi di pistola

Agguato con omicidio alla periferia di Foggia (Puglia). Un uomo di 53 anni di nome Roberto D’Angelo è stato ucciso ieri sera (intorno alle ore 22:00) con dei colpi di arma da fuoco sparati, sembra, da più persone. La vittima si trovava in Viale Candelaro a bordo della sua Fiat 500 bianca quando è stato rintracciato dai suoi assassini. La sua vettura non era ferma ma si stava muovendo verso la Via Vittime Civili.

Agguato con sparatoria a Foggia, la vittima è morta sul colpo

Più persone (probabilmente due), a bordo di uno scooter, hanno affiancato la vettura su cui viaggiava Roberto D’Angelo (53 anni) e hanno aperto il fuoco, uccidendo l’uomo sul colpo. È successo ieri sera, alla periferia di Foggia, nella zona che si trova compresa tra Viale Candelaro e Via Vittime Civile. Un vero e proprio agguato che, a poche ore dall’inizio del nuovo anno, ha portato a parlare di emergenza criminale, unitamente al verificarsi di tre attentati contro altrettante attività commerciali. Come riporta Foggia Today, due delle attività colpite hanno sede a Foggia, mentre una terza ad Apricena.

In quanto all’omicidio D’Angelo, gli assassini sono fuggiti. Sul luogo dell’omicidio sono giunti i sanitari del 118, i Carabinieri e gli agenti di Polizia.

Agguato con sparatoria a Foggia, i politici locali fanno appello al Ministro dell’Interno

Questo inizio di 2020 difficile per il foggiano ha spinto diverse personalità politiche- locali e nazionali – a invocare l’intervento di Luciana Lamorgese, il Ministro dell’Interno.

La criminalità del nostro territorio non va mai in vacanza e ci ha dato il suo macabro augurio di brutto anno. In due giorni abbiamo registrato un omicidio a Foggia e tre attentati ad attività commerciali, di cui uno ad Apricena e due a Foggia. La ministra dell’Interno Lamorgese ha recentemente promesso, prima a me e poi all’intera città, che verrà istituita a Foggia la DIA. Sarò ancora più pressante nelle prossime settimane e nei prossimi mesi affinché ciò avvenga il prima possibile e lo sarà tutto il M5s foggiano“. A parlare così è stato il senatore Marco Pellegrini (M5S).

A rincarare la dose ci ha pensato Rosa Barone, consigliera regionale nonché Presidente della Commissione regionale di studio e d’inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata: “Ore 22, Viale Candelaro, omicidio in perfetto stile mafioso. Il secondo giorno dell’anno e siamo già a +1. Speriamo che il Ministro dell’interno abbia contezza che le sue parole devono assolutamente essere seguite dai fatti. DIA immediatamente in questa provincia disperata“.

Maria Mento