Alfa 156 travolge Twingo dopo un sorpasso azzardato: morta una 23enne. È omicidio stradale

Un’alfa 156 guidata da un giovane marocchino di 25 anni ha travolto a tutta velocità una Twingo sulla quale viaggiavano un 31enne e la sua fidanzata 23enne. La ragazza è deceduta

Tragico incidente stradale nel pomeriggio di ieri ad Aielli, provincia di L’Aquila (Abruzzo). Un’Alfa 156 che viaggiava a tutta velocità sulla Via Valeria Tiburtina ha investito una Twingo sulla quale viaggiavano due ragazzi, due fidanzati: un ragazzo di 31 anni e una ragazza di 23 anni. L’incidente sarebbe avvenuto intorno alle ore 17:00 dopo un tentativo, azzardato, di sorpasso. Nell’impatto ha perso la vita la 23enne Sara Sforza. Il giovane che si trovava alla guida dell’Alfa 156 è un ragazzo marocchino di 25 anni e ora è indagato per omicidio stradale. Dai test che sono stati effettuati è emersa la sua positività ad alcol, cocaina e oppiacei.

Ragazza di 23 anni morta in un incidente ad Aielli, un ragazzo di 25 anni positivo ad alcol e droga

Drammatico incidente stradale mortale al km 126,001, nel tratto della Via Tiburtina che scorre tra i centri di Aielli e Celano (L’Aquila). Un’Alfa 156 ha tentato un sorpasso azzardato che non è andato a buon fine. L’auto ha impattato con violenza contro una Twingo e ha coinvolto anche una terza automobile. Nello scontro, violento, ha perso la vita la 23enne Sara Sforza, che in quel momento viaggiava insieme al fidanzato a bordo della Twingo.

Il conducente dell’Alfa 156 è un ragazzo marocchino di 25 anni, risultato positivo a droghe e alcol. Per lui c’è l’accusa, pesantissima, di omicidio stradale. Come riporta Quotidiano.net, la Procura di Avezzano ha aperto un’inchiesta su questi fatti.

Ragazza di 23 anni morta in un incidente ad Aielli, la protesta dei cittadini per il mancato arresto del responsabile

Sara Sforza è morta sul colpo. Tra le prime persone a essere arrivate sul luogo del sinistro c’è lo zio della ragazza, che di mestiere fa il Vigile del Fuoco. I sanitari del 118 non hanno potuto fare niente per lei. Diversa la situazione per le altre due persone coinvolte: il fidanzato della ragazza ha riportato un trauma cranico e una frattura al braccio, mentre il conducente della terza auto è rimasto miracolosamente illeso. Il fidanzato di Sara sarà operato chirurgicamente nella stessa giornata di oggi.

Sul posto sono giunti i Carabinieri della Compagnia di Avezzano, e a loro è stata affidata la realizzazione dei rilievi scientifici del caso. I veicoli sono stati tutti sequestrati. In quanto al responsabile di questi fatti, anche lui ha riportato un trauma cranico nell’impatto. Il ragazzo 25enne non è stato arrestato ma è indagato a piede libero. Questo ha portato la comunità a una forte protesta (probabilmente ci si aspettava che il giovane venisse tradotto in carcere) e all’apertura di una petizione su internet dal titolo “Giustizia per Sara.

Maria Mento