Catania, marito colpisce la moglie con una mazza, la donna muore dopo due giorni d’agonia

Un marito furioso con la moglie ha colpito la donna con violenza armato di mazza. La donna è morta dopo due giorni di agonia.

L’ennesimo caso di femminicidio di questi ultimi mesi si è verificato in provincia di Catania, a Mascali. Secondo una primaria ricostruzione dei fatti tutto sarebbe nato da una lite coniugale. Marito e moglie hanno discusso animatamente finché l’uomo non ha preso una mazza ed ha cominciato a colpire ripetutamente e con violenza la povera vittima.

Leggi anche ->Reazione folle dopo la scoperta del tradimento: uccide l’amante della moglie in hotel

Conclusa l’aggressione è stato chiamato il 118 per un ricovero immediato della donna. I paramedici si sono trovati davanti ad una situazione grave: la donna era piena di ferite e lividi e stentava a respirare. Portata sull’ambulanza è stata immediatamente ricoverata in codice rosso al Policlinico di Catania.

Leggi anche ->Accoltella la moglie e poi tenta il suicidio: arrestato. La donna versa in gravi condizioni di salute

Marito aggredisce moglie con la mazza: la donna muore in ospedale

Ricoverata nell’ospedale catanese lo scorso 3 gennaio, per due giorni la vittima è rimasta nelle stesse gravi condizioni in cui era arrivata. Nonostante le cure dei medici, le condizioni della donna sono peggiorate la mattina del 5 gennaio. La sera il suo cuore ha smesso di battere ed i dottori ne hanno dovuto dichiarare il decesso. Il marito adesso dovrà affrontare un processo per omicidio.

Secondo i carabinieri che si sono occupati di investigare sul reato, i due coniugi hanno cominciato a litigare per futili motivi. La discussione è degenerata e il marito ha reagito con violenza estrema colpendo ripetutamente la moglie al busto e al cranio con una mazza. Sul corpo della donna sono state infatti rinvenute fratture multiple ed un trauma cranico. L’uomo è stato arrestato il giorno stesso dell’aggressione, ma poi era stato rilasciato e affidato ad una struttura riabilitativa. Al momento non è chiaro se dopo la morte della moglie verrà spostato nuovamente in carcere.