La Pupa e il Secchione e Viceversa, Stella Manente chiede scusa per la frase sui gay ed Hitler: “Me ne vergogno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:29

Ieri sera, durante “La Pupa e il Secchione e Viceversa”, Stella Manente ha chiesto scusa per la frase, pronunciata qualche mese fa, sui gay ed Hitler.

Ieri sera, in prima serata su Italia 1, è andato in onda “La Pupa e il Secchione e Viceversa”, a dieci anni dalla sua ultima edizione sempre sullo stesso canale, condotto da Paolo Ruffini. Alla trasmissione, che ha il fine di far incontrare i due mondi di Pupe, ragazze avvenenti e con scarsa cultura e Secchioni, ragazzi non propriamente dal bell’aspetto ma con una sconfinata cultura, partecipa anche Stella Manente, finita, qualche mese fa, al centro di una polemica per nulla edificante.

Lo scorso 29 giugno, in occasione del Gay Pride, Stella aveva pronunciato frasi offensive contro i gay, invocando Hitler. La ragazza, rimasta bloccata nel traffico a causa della manifestazione, aveva pubblicato delle Instagram stories, attraverso le quali si era lamentata dell’inconveniente, dichiarando:

“Io sto perdendo il treno in mezzo a questa massa di ignoranti, andate tutti morire. Perché non esiste più Hitler?”.

In seguito allo sfogo e ricoperta di insulti sul Web, Stella aveva cancellato le stories, per poi chiedere pubblicamente scusa per le frasi pronunciate e querelare le persone che l’avevano insultata e presa di mira sui social. La sua azione legale (per diffamazione, minaccia aggravata e molestie), non era però andata a buon fine.

Le scuse di Stella Manente

Ieri sera, durante la prima puntata de “La Pupa e il Secchione e Viceversa”, Stella è tornata nuovamente sull’episodio, facendo nuovamente pubblica ammenda:

“So che è grave […] Ho mostrato tutta la manifestazione dicendo brutte cose e mi vergogno per aver nominato Hitler, mi rendo conto che alle volte il nostro cervello non è collegato alla bocca”.

Maria Rita Gagliardi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!